Black Box, il protagonista Mamoudou Athie: “Il vero horror sono le fake news”

Intervista a Mamoudou Athie, protagonista di Black Box, film di Emmanuel Osei-Kuffour Jr. prodotto da Jason Blum, che fa parte della collaborazione tra Blumhouse e Amazon.

INTERVISTA di 07/10/2020
Black Box 2
Black Box: un primo piano di Mamoudou Athie

Jason Blum dopo aver turbato le sale cinematografiche arriva anche in streaming, con un progetto molto interessante: Welcome to the Blumhouse, quattro film horror prodotti dalla casa di produzione americana e distribuiti da Amazon Prime Video a ottobre, il mese delle streghe e delle zucche. I titoli sono: Black Box, The Live, Nocturne ed Evil Eye.

In Black Box (disponibile sulla piattaforma di streaming dal 6 ottobre), diretto da Emmanuel Osei-Kuffour Jr., Mamoudou Athie interpreta un padre che, a causa di un incidente stradale ha perso sia la moglie che la memoria. Rimasto solo a badare alla figlia, si rivolge a una clinica per testare un trattamento all'avanguardia in grado di fargli ricordare. Questo trattamento si basa sull'ipnosi.

Black Box 1
Black Box: Phylicia Rashad, Mamoudou Athie durante una scena del film

Dopo Scappa - Get Out di Jordan Peele, un altro film prodotto da Jason Blum in cui l'ipnosi è fondamentale. Cosa sta cercando di dirci l'horror americano? L'abbiamo chiesto proprio a Mamoudou Athie, che ridendo ci ha detto: "Dovresti chiederlo alle persone che l'hanno scritto. Ma è un'osservazione interessante. Forse perché l'horror è un modo per fare intrattenimento mettendo in luce problemi sociali."

La videointervista a Mamoudou Athie

Noi e Scappa - Get Out: l'America di Jordan Peele, tra metafora e orrore

Black Box: l'horror e la società di oggi

A proposito di intrattenimento e problemi sociali: il genere horror è quello che descrive meglio la realtà di oggi? L'attore non vuole crederci: "È un'idea così cupa! Spero di no. Basandomi però sugli ultimi due mesi sembra il più adatto in effetti. Ma non voglio dire che sia così, anche se è difficile non farlo. Non sono d'accordo però: credo ci sia molta speranza. Nonostante le cose nel mondo al momento siano orribili, vedo un po' di speranza: la maggior parte delle persone respinge il populismo e la negazione dei dati scientifici. Sono felice che la maggior parte della gente la pensi così."

Black Box, la recensione: un viaggio nei misteri della mente

Black Box 5
Black Box: Phylicia Rashad, Mamoudou Athie in una scena del film

Sicuramente un punto fondamentale di Black Box è la tecnologia: strumento utile o mezzo con cui stiamo diventando sempre meno umani? Mamoudou Athie è combattuto: "Può essere uno strumento utile. Gli scienziati direbbero che non è lo strumento in sé a essere malvagio: come i farmaci, non solo loro a essere cattivi, ma l'uso che, a volte, ne fanno le persone. Sono diventati armi in mano agli individui e alle multinazionali. Ne vediamo gli effetti negativi sull'umanità in questo 2020. Ho una relazione complicata con la tecnologia: credo che ci dovrebbero essere maggiori regolamentazioni, soprattutto per i social media. Ci sono un sacco di sciocchezze che vengono spacciate per fatti: e le persone ci credono! Un sacco di persone. Per me è questa la vera storia horror!"

Black Box: l'importanza di essere buoni padri

Black Box 3
Black Box: una scena del film con Mamoudou Athie

Il protagonista di Black Box ce la mette tutta per essere un buon padre: qual è il segreto per essere buoni genitori? Per Athie: "Premettendo che non ho figli, in base alla mia esperienza è qualcuno che sappia ascoltare. Che ascolta e non impone la sua volontà. Che sa quando essere duro ma anche dare una mano. Un buon padre deve essere forte ma anche tenero. E dare molto amore."