Push

2009, Fantastico

I Mostri e i drammi dell'Italia di oggi al cinema

Tanto cinema indie italiano in arrivo nella sale dal 27 marzo, oltre a commedie come 'I Mostri' e 'Cenci in Cina'. Spazio alla fantasia con 'Racconti incantati' e 'Push', e all'amore (anche nei suoi aspetti più negativi) con River Phoenix indeciso tra 'Two Lovers' e l'infedele Laura Chiatti. E dopo il debutto nelle sale partenopee, arriva anche Fortapàsc.

Sarà una vera "sfida cinematografica", tra i nuovi film in uscita il 27 marzo, e non solo dal punto di vista strettamente commerciale: da una parte infatti, c'è il cinema americano, che questa settimana punta sulla fantasia e l'azione, dall'altra parte invece una folla di piccoli film indie che invece sono più concentrati nel raccontare le diverse realtà del nostro Paese. Oltre a questo, c'è spazio anche per drammi intensi come Il caso dell'infedele Klara e Fortàpasc e per commedie caustiche come I mostri oggi.
La fantasia al potere, dunque, con Racconti incantati di Adam Shankman e Push di Paul McGuigan: il protagonista del primo film - che è interpretato da Adam Sandler, Keri Russell, Guy Pearce e Courteney Cox - è il tuttofare di un albergo la cui esistenza viene sconvolta dal fatto che tutte le fiabe che egli racconta ai suoi nipotini iniziano a diventare realtà. A complicare la situazione, sarà proprio la fantasia dei bambini, che con il loro contributo trasformeranno le favole dello zio in avventure mozzafiato senza limiti di genere e scenario.
I protagonisti del film di McGuigan invece sono un gruppo di giovani americani, dotati di poteri telecinetici e altre abilità fuori dal comune, che si sono rifugiati a Hong Kong per sfuggire a una misteriosa agenzia governativa che vorrebbe reclutarli per scopi militari. Per anticipare le mosse dell'agenzia, i ragazzi uniranno le proprie forze con quelle di una gang di malavitosi. I protagonisti di Push sono Chris Evans, la talentuosa Dakota Fanning, Camilla Belle e Djimon Hounsou.

Keri Russell e Adam Sandler in una scena del film Racconti incantati
Dagli "straordinari" protagonisti del film di McGuigan, si passa a personaggi decisamente più comuni, che tuttavia hanno le peculiarità più grottesche della società italiana. Quarantasei anni dopo il loro debutto in sala, I mostri di Dino Risi fanno ritorno sul grande schermo, stavolta però sotto la regia di Enrico Oldoini che firma sedici episodi in cui sono raccontati tutti i vizi, le debolezze, i difetti e le paure dell'Italia contemporanea. A interpretare I mostri oggi ci sono Diego Abatantuono, Sabrina Ferilli, Giorgio Panariello, Claudio Bisio, Angela Finocchiaro, Carlo Buccirosso, Ugo Conti, Enzo Cannavale e Rosalia Porcaro.
Ci si prende ancora gioco dell'attualità con Cenci in Cina, una commedia di Marco Limberti ambientata a Prato, dove Vittorio e Armando gestiscono la GobboTex, un'azienda tessile fondata dai loro nonni nei primi anni '50, che adesso è sull'orlo del fallimento. Quando all'unione industriali di Prato fa il suo ingresso Li, una grintosa imprenditrice cinese intenzionata a rilevare le aziende in difficoltà, gli uomini della GobboTex si precipitano alla ricerca dei risparmi messi da parte dai loro nonni per i tempi difficili. Per il film di Limberti, un cast tutto toscano nel quale fa eccezione Man Lo Zhang, l'irresistibile concorrente cinese del Grande Fratello 6: Alessandro Paci, Francesco Ciampi, Novello Novelli, Carlo Monni, Pamela Camassa e Massimo Sarchielli.

Libero De Rienzo interpreta il giornalista Giancarlo Siani nel film Fortapàsc
Si cambia registro con Fortàpasc, il film di Marco Risi che dopo l'uscita limitata alle sale partenopee della scorsa settimana, domani debutta finalmente in tutti i cinema d'Italia. Interpretato da Libero De Rienzo nel ruolo di Giancarlo Siani, il film di Risi racconta gli ultimi mesi di vita del giovane giornalista napoletano che durante l'estate dell'85 fu trucidato dalla camorra sotto casa sua, al Vomero. Accanto a De Rienzo, nel cast della pellicola figurano Ivano Marescotti, Valentina Lodovini, Ennio Fantastichini ed Ernesto Mahieux.
Ancora due drammi ispirati alla realtà con Dall'altra parte del mare, di Jean Sarto e Legami di Sangue di Paola Columba. Il film di Sarto, che è interpretato da Galatea Ranzi, Vitaliano Trevisan, Gordana De Santis e Fulvio Falzarano, si sviluppa partendo dalla vicenda di un reduce di Auschwitz che trent'anni dopo la sua terrificante esperienza nel campo di concentramento nazista accetta di riviverla tramite una terapia a base di LSD. Legami di sangue invece - che vede tra i protagonisti Arnoldo Foà - è la storia di Giovanni, che dopo aver scontato una pena per truffa, torna nella masseria del suo paese, nel Sud dell'Italia e sarà costretto ad affrontare i rapporti con i suoi fratelli, non proprio idilliaci, e l'emergere di un'amara sorpresa.

Mattia De Gasperis in una scena del film Il primo giorno d'inverno
Altri due drammi a tinte forti arrivano sui nostri schermi, dopo la recente presentazione alla 65esima Mostra del Cinema di Venezia: Il primo giorno d'inverno di Mirko Locatelli, e Teza, diretto dal regista etiope Haile Gerima. Il film di Locatelli è incentrato sul personaggio di Valerio, un adolescente solitario che non riesce a vivere la sua età da protagonista, come fanno i suoi coetanei, ma si limita ad osservare gli altri stando in disparte e trovare un modo per assomigliargli. Un giorno però accade qualcosa che cambierà la sua vita per sempre.
La pellicola di Gerima - che tra l'altro sarà presidente di giuria per la sezione Orizzonti della prossima edizione della Mostra del Cinema di Venezia - è la cronaca del ritorno dell'intellettuale africano Anberber al suo paese d'origine durante il repressivo regime marxista di Haile Mariam Mengistu e della presa di coscienza del proprio disallineamento e della propria impotenza di fronte alla dissoluzione dei valori umani e sociali del suo popolo.

Joaquin Phoenix e Vinessa Shaw in una sequenza del film film Two Lovers
Si parla d'amore infine ne Il caso dell'infedele Klara di Roberto Faenza e Two Lovers, di James Gray. L'autore de I giorni dell'abbandono stavolta racconta la storia di Luca, un musicista italiano che vive a Praga ed è schiavo di un'incontrollabile gelosia per la sua fidanzata Klara, una studentessa di storia dell'arte. Insospettito dal rapporto che Klara ha con un suo tutor, all'università, Luca incarica un detective, Denis, di pedinarla. Durante il loro rapporto di lavoro, i due uomini arriveranno a "contaminarsi" a vicenda: Denis che vive un sua moglie un rapporto libero, perderà serenità e distacco, mentre il suo cliente diventerà invece più paziente e calcolatore. Gli interpreti principali del film di Faenza sono Claudio Santamaria, Iain Glen e Laura Chiatti.
Il protagonista di Two Lovers invece è Joaquin Phoenix nei panni di un giovane che è appena tornato a vivere con i suoi genitori e non riesce a decidersi tra la ragazza che i suoi ritengono più adatta a lui, e una vicina di casa di cui è innamorato. Accanto all'attore americano, nel film di Gray, figurano anche Gwyneth Paltrow, Vinessa Shaw, Isabella Rossellini ed Elias Koteas.

I Mostri e i drammi dell'Italia di oggi al cinema
Privacy Policy