I mostri

1963, Commedia

3.9
I mostri (1963)
Genere
Commedia
Durata
Regista
Uscita ITA

Il film contiene i seguenti episodi: "L'educazione sentimentale" (7' )- Un padre (Tognazzi) insegna al figlio l'arte dell'essere disonesto. Il giovane impara e, qualche anno dopo, ucciderà il genitore per rubargli i soldi. "La raccomandazione" (7') - Un celebre attore finge di aiutare un collega (Gassman e Castellani). "Il mostro" (1') - Due carabinieri (Gassman e Tognazzi) di brutto aspetto sorridono al fotografo dopo aver arrestato un criminale. "Come un padre" (6'30'') - Stefano (Tognazzi), marito tradito, si confida con il suo migliore amico (Lando Buzzanca) ignorando che questi è l'amante della moglie. "Presa dalla vita" (5') - Un regista intellettuale (Gassman) fa rapire una vecchietta. "Il povero soldato" (9') - Battacchi (Tognazzi), fratello militare e finto ingenuo di una prostituta assassinata, contratta con il direttore di un giornale la vendita del diario della squillo. "Che vitaccia!" (3') - Un baraccato romano (Gassman) con famiglia a carico, che invoca continue sovvenzioni, preferisce la partita allo stadio alla ricerca di un posto di lavoro. "La giornata dell'onorevole" (12') - Un parlamentare democristiano (Tognazzi) moralista a parole, rinvia di ora in ora l'incontro con un generale in pensione in possesso di documenti compromettenti fino a quando questi non muore. "Latin lovers" (2'30'') - Due vitelloni (Gassman e Tognazzi) sulla spiaggia sono vittime di un equivoco. "Testimone volontario" (12') - Pilade Fioravanti (Tognazzi) assiste ad un reato e decide di testimoniare in un processo, viene quasi fatto incriminare da un'avvocato difensore senza scrupoli (Gassman). "I due orfanelli" (2'30'') - Un mendicante (Gassman) rifiuta di far guarire il suo compare cieco fonte principale di guadagno. "L'agguato" (1'30'')- La perfidia e la meschinità di un vigile urbano (Tognazzi) in servizio. "Il sacrificato" (9') - Un uomo (Gassman) decide di disfarsi della sua amante convincendola che lo fa per il suo bene. " Vernissage" (3'30'') - Un capofamiglia (Tognazzi) inaugura la sua nuova conquista, una Fiat 500 nuova fiammante, andando a prostitute. "La Musa" (5') - Come vincere un premio letterario. "Scenda l'oblio" (2') - Nella penombra di un cinema, di fronte ad un film che racconta i massacri nazisti, un uomo (Tognazzi) pensa alla propria villa. "La strada è di tutti" (45'') - Quasi investito da alcuni automobilisti un pedone (Gassman), per vendetta, sale sulla propria auto e diventa a sua volta un pericolo pubblico. "L'oppio dei popoli" (45'') - Mentre il marito (Tognazzi), in salotto, resta incollato alla televisione a guardare telefilm e sceneggiati sull'infedeltà, la moglie, in camera da letto, riceve l'amante. "Il testamento di Francesco" (10') - Un frate vanitoso (Gassman) alle prese con la tv. "La nobile arte" (17') - Un ex manager di pugilato (Gassman) convince un suo vecchio assistito suonato (Tognazzi) a tornare sul ring: ma le illusioni si spengono dopo il primo round. Il pugile resterà su una sedia a rotelle.

Le vostre recensioni