Il cinema da leggere firmato dalla redazione di Movieplayer.it, il regalo last minute perfetto!

World War Z: quando le armi usate nel film furono sequestrate a Budapest

Le armi necessarie per le riprese di Wolrd War Z che hanno avuto luogo in Ungheria furono sequestrate dagli ufficiali della dogana antiterrorismo.

NOTIZIA di 29/11/2020

Un totale di 85 mitragliatrici, fucili e pistole, indispensabili al fine di girare le scene di Wolrd War Z che hanno avuto luogo in Ungheria, furono sequestrate a Budapest dagli ufficiali della dogana antiterrorismo, dopo essere arrivate direttamente in aereo da Londra.

Brad Pitt sul set di World War Z, a Malta
Brad Pitt sul set di World War Z, a Malta

Le autorità ungheresi affermarono che le pistole sarebbero potute essere attivate semplicemente rimuovendo le viti che riempivano l'estremità delle canne. La legge ungherese richiede che la disattivazione delle armi sia irreversibile, altrimenti il processo viene considerato illegale.

Bela Gajdos, il supervisore delle armi del film, commentò dicendo che alla fine un permesso per le armi fu rilasciato dalla polizia ungherese dopo un colloquio con i produttori. Alcune voci anonime hanno dichiarato che Brad Pitt era a dir poco "furioso" per il sequestro ma che i produttori hanno confermato che l'incidente non ha comportato ritardi.

Brad Pitt in una scena di World War Z
Brad Pitt in una scena di World War Z

Il 10 febbraio 2012 le accuse furono ritirate dopo che gli investigatori non furono in grado, secondo il giudice, di identificare esattamente quale "organizzazione o persona" avesse "diritti di proprietà" della armi, quindi non potevano "stabilire quale parte fosse penalmente responsabile".