Vivi e lascia vivere: chi è Giampiero De Concilio: teatro, film, fiction, passioni

Giampiero De Concilio è tra i protagonisti della fiction di RAI 1 Vivi e lascia vivere, ecco chi il talentuoso attore napoletano che interpreta Giovanni.

NOTIZIA di 21/05/2020

Vivi e Lascia vivere è uno dei successi RAI di questa stagione. Tra i protagonisti della fiction di Pappi Corsicato si è fatto notare il giovane Giampiero De Concilio. Ecco chi è il talentuoso attore napoletano che interpreta Giovanni, uno dei tre figli di Laura, interpretata da Elena Sofia Ricci.

Mare e teatro, le sue grandi passioni

Giampiero De Concilio Attore
L'attore Giampiero De Concilio

Giampiero De Concilio è nato a Napoli nel 1999 e ha quindi 21 anni. Ha studiato nella sua città e durante gli anni del liceo si è appassionato alla recitazione. È alto 170 cm e ha una discreta conoscenza del francese e dell'inglese. È appassionato di sport ed è un grande amante del mare. A sedici anni era già in tournée con un unico obiettivo, quello di coronare il suo sogno di diventare attore

Dove ha studiato recitazione

La Paranza Dei Bambini Nuovo Teatro Sanita
La paranza dei bambini al Nuovo Teatro Sanità

Giampiero De Concilio ha studiato nel Laboratorio Teatrale del Nuovo Teatro Sanità, situato nel glorioso Rione Sanità, un quartiere difficile ma dal grande potenziale storico culturale che ha dato i natali al grande Totò. Il Teatro è stato costruito da zero in una chiesa del Settecento.

L'impegno a favore del Nuovo Teatro Sanità

Smiley Nuovo Teatro Sanita
Smiley in scena al Nuovo Teatro Sanità

Alcuni giorni fa Giampiero ha postato su Instagram un video dell'interno del Nuovo Teatro Sanità dove ha manifestato tutta la sua preoccupazione per il futuro di quello che lui considera una seconda casa: "Per me questo posto è una seconda casa, un posto di lavoro, un ritrovo di amici e un luogo di studio e raccoglimento. Ma non solo per me. Inutile dire che Napoli sia una delle culle del teatro più importanti in Italia, e grazie a realtà "indipendenti" come queste la città assume una sua ulteriore identità. Questo teatro ha un suo pubblico, lo stesso che in parte si reca anche agli stabili. Gli stranieri (francesi, tedeschi e chi più ne ha più ne metta) quando girano per la Sanità passano per il teatro e se non sono in partenza, incantati da questa chiesa sconsacrata dalla pavimentazione rinascimentale, la sera si intrattengono a guardare lo spettacolo anche se non è quella la loro lingua. Il premier Conte ancora non dice niente a riguardo... non parla dei teatri, del cinema. Non sto qui a dire che bisognerebbe riaprire il 4 Maggio. Sarebbe da pazzi. Ma quantomeno darci una previsione, qualcosa che ci possa far SPERARE in un futuro prossimo. Dare una data, anche se aleatoria, ci rimetterebbe in sesto. L'estate ci potrebbe venire incontro con delle rappresentazioni all'aperto. Non sto qui a fare proposte, non ne sono in grado, posso solo provare a richiamare l'attenzione. Non scordatevi dell'arte, è un pilastro di questo paese. Se un pilastro come questo casca, rischiate di venire giù con noi".

Visualizza questo post su Instagram

Questo è il Nuovo Teatro Sanità! Spero di non dover rettificare e dire "era"... Per me questo posto è una seconda casa, un posto di lavoro, un ritrovo di amici e un luogo di studio e raccoglimento. Ma non solo per me. Inutile dire che Napoli sia una delle culle del teatro più importanti in Italia, e grazie a realtà "indipendenti" come queste la città assume una sua ulteriore identità. Questo teatro ha un suo pubblico, lo stesso che in parte si reca anche agli stabili. Gli stranieri (francesi, tedeschi e chi più ne ha più ne metta) quando girano per la Sanità passano per il teatro e se non sono in partenza, incantati da questa chiesa sconsacrata dalla pavimentazione rinascimentale, la sera si intrattengono a guardare spettacolo anche se non è quella la loro lingua. Il premier Conte ancora non dice niente a riguardo... non parla dei teatri, del cinema. Non sto qui a dire che bisognerebbe riaprire il 4 Maggio. Sarebbe da pazzi. Ma quantomeno darci una previsione, qualcosa che ci possa far SPERARE in un futuro prossimo. Dare una data, anche se aleatoria, ci rimetterebbe in sesto. L'estate ci potrebbe venire incontro con delle rappresentazioni all'aperto. Non sto qui a fare proposte, non ne sono in grado, posso solo provare a richiamare l'attenzione. Non scordatevi dell'arte, è un pilastro di questo paese. Se un pilastro come questo casca, rischiate di venire giù con noi.

Un post condiviso da Giampiero de Concilio (@giampierodeconcilio280699) in data:

Ficton e film TV

Vivi E Lascia Vivere Z6Kfymk
Vivi e lascia vivere: il bacio gay tra Giampiero De Concilio e Matteo Oscar Giuggioli

Il giovane attore napoletano ha esordito in televisione nel 2016 con il film TV Mia moglie, mia figlia e due bebè, una commedia diretta da Eugenio Cappuccio con Neri Marcorè e Serena Autieri. Nel 2017 ha partecipato alla quarta stagione di Che Dio ci aiuti, la fiction del regista Francesco Vicario con protagonista Elena Sofia Ricci. Nel 2019 è stato scelto tra i protagonisti della fiction Vivi e lascia vivere in onda in questi giorni su RAI 1. Sotto la direzione di Pappi Corsicato ritrova sul set Elena Sofia Ricci. In Vivi e lascia vivere fa scalpore la scena del bacio gay, tra Giampiero e un altro protagonista della fiction, ma nessuna polemica

Cinema

Un Giorno Allimprovviso Giampiero De Concilio
Un giorno all'improvviso: Giampiero De Concilio in una scena del film

Nel cinema ha debuttato con la pellicola Un giorno all'improvviso diretta da Ciro D'Emilio selezionata in concorso nella sezione Orizzonti alla 75ª Mostra internazionale d'arte cinematografica di Venezia. Il film è stato riconosciuto di interesse culturale dal Mibact.

Teatro

Giampiero De Concilio Teatro
Giampiero De Concilio a teatro

Giampiero De Concilio è stato protagonista a Teatro nel 2017 de La paranza dei bambini, basato sul romanzo di Roberto Saviano. Nello stesso anno ha preso parte allo spettacolo Patroclo e Achille di Fabio Casano, diretto da Gennaro Maresca. Nel 2018 ha recitato in Smiley, una divertente commedia diretta da Rosario Sparno e tratta dall'omonimo testo scritto dallo spagnolo Guillem Clua. Nel 2019 ha recitato in La Testa sott'Acqua di Helena Tornero diretta da Riccardo Ciccarelli. Tutti gli spettacoli sono nati presso il Nuovo Teatro Sanità.

Riconoscimenti

Un Giorno Allimprovviso Anna Foglietta Giampiero De Concilio
Un giorno all'improvviso: Giampiero De Concilio e Anna Foglietta in un momento del film

Nel 2017 ha vinto il Premio Nuovo Imaie al Festival di Spoleto come miglior attore emergente per lo spettacolo La paranza dei bambini.
Nel 2018 il Premio Nuovo Imaie al 75esimo Festival di Venezia come miglior attore emergente per il film Un giorno all'improvviso.
Nel 2019 il Premio Biraghi ai Nastri d'Argento per il film Un giorno all'improvviso.
Sempre nel 2019 ha vinto il Premio Miglior Attore al Festival Bimbi Belli curato da Nanni Moretti per il film Un giorno all'improvviso.