Time Magazine nomina persona dell'anno 2017 "coloro che hanno denunciato le molestie"

Silence Breakers, donne e uomini che hanno rotto il silenzio denunciando i comportamenti predatori di alcuni personaggi potenti.

Time Magazine ha nominato Persona dell'Anno 2017 i 'Silence Breakers', donne e uomini che hanno denunciato le molestie sessuali subite partecipando al movimento #MeToo.

La rivista ha svelato la copertina del suo numero speciale con il titolo "The Silence Breakers: le Voci che hanno lanciato un Movimento", riconoscendo così pubblicamente le vittime di molestie subite in ambienti lavorativi, in particolare nell'industria del cinema, musica e politica.

Il movimento è strettamente legato all'attrice Alyssa Milano, che a seguito dello scandalo Weinstein a ottobre twittò "Se siete state molestate o assalite scrivete 'me too' in risposta a questo tweet." L'attrice ha ricevuto in risposta milioni di tweet in 48 ore da persone che hanno condiviso pubblicamente le proprie esperienze.

La collega di Alyssa Milano, Rose McGowan, è stata una delle principali - e prime - accusatrici di Harvey Weinstein, ma successivamente il numero è salito a più di 50 donne che puntano il dito contro il mogul di Hollwyood. "Il numero delle persone che hanno condiviso questi racconti con me è tale da avermi sconvolto. Le persone dimenticano che c'è un essere umano dietro queste storie, qualcuno che è stato ferito" ha dichiarato Rose McGowan al Time.

Dopo Weinstein altri potenti di Hollywood, inclusi Kevin Spacey, Dustin Hoffman, Steven Seagal e l'italiano Fausto Brizzi sono stati accusati di molestie.

Continua a seguirci su Facebook, Twitter, Instagram, Youtube, Google+ e Telegram per aggiornamenti, notizie, e curiosità su film e serie TV!

Time Magazine nomina persona dell'anno 2017...
Cinecittà World
Cinecittà World

Mostra i vecchi commenti

Asia Argento cinefila e arrabbiata: "Il cinema e i miei figli sono le uniche cose che mi rendono felice"
Melissa Gilbert accusa Oliver Stone di molestie "È stato umiliante e orrido"