Star Wars, Kelly Marie Tran parla della tossicità nei fandom e del perché ha lasciato i social

Essere degli artisti ai tempi dei social può non essere così semplice, come spiega anche l'attrice di Star Wars e Raya e L'Ultimo Drago, Kelly Marie Tran.

NOTIZIA di 31/05/2021

L'attrice di Star Wars e Raya e L'Ultimo Drago Kelly Marie Tran ha parlato in una recente interviste della tossicità nei vari fandom, e del motivo per cui ha deciso di cancellare i suoi account social.

Star Wars: Gli ultimi Jedi - Kelly Marie Tran interpreta Rose
Star Wars: Gli ultimi Jedi - Kelly Marie Tran interpreta Rose

Ai tempi dell'Episodio VIII di Star Wars, Gli Ultimi Jedi, Tran si è ritrovata a subire degli attacchi di natura razzista e sessista da parte di alcuni fan della saga, soprattutto attacchi provenienti da veri e propri hater, che l'hanno portata alla decisione di abbandonare i social media e cercare l'aiuto di un terapista.

Ora, a distanza di qualche anno, l'attrice è tornata a parlare di questo tipo di comportamenti ai microfoni di Teen Vogue, dopo aver sentito che anche l'intervistatrice era stata vittima di simili comportamenti da parte di utenti del web. "Viviamo in un mondo in cui veniamo costantemente bombardati con così tanti stimoli, e non so se siamo consapevoli degli effetti che tutto questo ha su di noi" ha affermato Tran "Per me, sapevo che la cosa più importante era proteggere la mia salute mentale e realizzare uno spazio in cui avrei potuto sentirmi a mio agio e e tornare ad essere creativa, tornare ad essere un'artista - qualcosa che, per un certo periodo, non mi sono sentita in grado di fare ed essere -. Ma detto questo, abbandonare i social media non è necessariamente la risposta giusta per tutti, anche se lo è stata per me in quel momento".

"Riconosco i privilegi di cui godo, e so che ci sono persone che devono essere sui social media per lavoro e... Ciò che più mi fa arrabbiare è perché noi artisti, scrittori e autori, dobbiamo essere costretti a normalizzare il fatto di essere costantemente attaccati sui social? Non dovrebbe funzionare così, perché non è giusto" continua l'attrice, aggiungendo "Non voglio vivere in un mondo in cui i miei i figli e i miei nipoti debbano dire 'Beh, è una cosa normale, mi spiace, ma ti ci devi abituare a essere chiamato in questo modo'. Dobbiamo parlare di come ci trattiamo a vicenda, e non solo in luoghi in cui si può rimanere anonimi, ma anche quelli in cui ci si rapporta di persona"

"Credo che sia un tipo di comportamento che stia permeando nella nostra società... Dov'è il limite? Non voglio che tutto questo possa accadere" osserva ancora Kelly Marie Tran. Ma allora la soluzione quale dovrebbe essere? "Credo che il mondo sarebbe un posto migliore se tutti fossimo in grado di credere nei nostri sogni e continuassimo a lottare per farli avverare, perché sarà dura, ed è stata dura per me in molti casi, ma la ricompensa e la soddisfazione di fare il proprio lavoro e vedere come queste storie hanno effetto sulle persone, come delle giovani donne possano piangere guardando il trailer di Raya o delle bambine si vestano da Rose Tico... Per tutte queste cose, non ci sono parole".