Skaut: dietro le quinte della serie tv dei The CereBros

Al via la lavorazione di Skaut, la serie tv targata The CereBros che vi racconteremo seguendo le fasi della sua produzione.

NOTIZIA di 18/02/2021

Li conoscete già per Covmorra - Gomorra ai tempi del coronavirus, Covid Jouer o Papà voglio tornare a casa, ma presto vedrete i The CereBros in un contesto nuovo: per il gruppo che ha già ottenuto milioni di visualizzazione su web con le sue produzioni è arrivato il momento della maturità artistica, di mettersi alla prova con qualcosa di diverso e più articolato. Parliamo di SKAUT, una serie tv la cui lavorazione inizierà in primavera e che noi di Movieplayer.it seguiremo passo passo, per offrirvi uno sguardo privilegiato dietro le quinte del progetto.

Quando guardiamo i film e le serie tv che tanto amiamo, quel che vediamo è solo la punta dell'iceberg di un processo lungo e complesso, che coinvolge un gran numero di artisti e creativi. Un lavoro che si sviluppa in molte fasi, dal casting alla post-produzione, e che vogliamo mostrarvi insieme ai The Cerebros, per lasciarvi spiare dietro le quinte e dare un'idea di quanta dedizione e quanto sacrificio siano necessari per portare su schermo il prodotto finale.

Team Autoriale Skaut Thecerebros
SKAUT: Il team di autori di The Cerebros

Attivi dal 2017, i The Cerebros hanno trovato la loro cifra stilistica e sono effettivamente esplosi nel 2020, grazie anche a tematiche sociali e politiche molto forti, raccontate però sempre con ironia e leggerezza. Questa attenzione ed equilibrio nei temi si è accompagnata alla cura delle immagini, un taglio preciso e ben riconoscibile, una regia per molti versi sperimentali, che hanno convinto la società di produzione Format a la Zenit Distribution a scommettere sulla Social Factory romana sotto la direzione artistica di Berardino Iacovone. Il progetto SKAUT nasce da questa scommessa: una serie destinata alla tv e alle piattaforme digitali, in cui i "The CereBros" costruiscono un ponte ideale tra i media classici e quelli digitali.

SKAUT è una storia di inclusione, di spaesamento, di valori ritrovati, di appartenenza e di amicizia. Una storia dei nostri giorni, che racconta la realtà che ci circonda, parla di legami spezzati, di una perdita dell'orientamento e di come ritrovare la propria direzione. È una storia di giovanissimi delle periferie, con pochi punti di riferimento, aggrappati ai social, unico faro sulle loro vite. E poi la rinascita che passa attraverso un purgatorio, come una risalita dantesca verso la luce, grazie a un'esperienza inimmaginabile per loro, nel corpo degli Scout. Lo stile è quello inconfondibile "The CereBros", in cui la comicità diventa lo strumento per veicolare messaggi più profondi. La penna è quella di Berardino Iacovone, con il sostegno creativo degli altri componenti del collettivo, Stefano Bacchiocchi e Gianmarco Esposito. Il team autoriale che lavora alla serie 'SKAUT' è stato ampliato con quelli che lo stesso Iacovone definisce 2 top player: Beatrice Campagna, con una ricchissima carriera cinematografica tra produzione e scrittura, e Luca Nicolai, autore di numerosi cortometraggi premiatissimi.

Thecerebros 1 1
I The Cerebros: Bernardino Iacovone, Stefano Bacchiocchi e Gianmarco Esposito