Scandalo Weinstein, Pamela Anderson: "Le donne non dovevano andare nella sua stanza"

L'attrice ha commentato le accuse rivolte al produttore condividendo la sua opinione sulle scelte compiute dalle vittime.

L'attrice Pamela Anderson, nelle ultime ore, è stata duramente criticata a causa di alcune sue dichiarazioni relative a chi subisce molestie e violenze sessuali.
La star di Baywatch ha infatti commentato le accuse rivolte a Harvey Weinstein dichiarando: "Non sono sorpresa da quanto emerso. Si sapeva che alcuni produttori e alcune persone a Hollywood erano da evitare se chiedevano un incontro privato. Sai a cosa vai incontro se vai da sola in una camera di albergo".
Pamela ha proseguito: "Quando sono arrivata a Hollywood ho ricevuto molte offerte di audizioni private e cose assurde. E' semplicemente una questione di buon senso: non si va da sola in una stanza di albergo. Se qualcuno entra da una porta in accappatoio, vattene".

Il fatto che alcune delle attrici abbiano dichiarato di essere state accompagnate da un'assistente del produttore non rappresenta, per la Anderson, comunque un buon motivo per accettare questo tipo di proposte: "Le donne non avrebbero dovuto essere sole. Doveva esserci sempre qualcuno con loro. Penso che ci siano dei modi facili per porre rimedio a tutto questo. Non è comunque una buona scusa per accettare".

Commentando l'attuale situazione del mondo del cinema l'attrice ha spiegato: "So che Hollywood possa davvero sedurre e che queste persone vogliano essere famose. Alle volte si pensa di essere al sicuro con una persona adulta nella stanza. Non so da dove provenga questo senso di sicurezza, ma in qualche modo l'ho evitato". Pamela ha infatti ammesso che le erano state proposte case, soldi e ruoli in film importanti in cambio di situazioni non professionali, ma di aver sempre rifiutato questo tipo di situazioni.

Scandalo Weinstein, Pamela Anderson: "Le donne...
Cinecittà World
Cinecittà World

Mostra i vecchi commenti

James Cameron: "Weinstein? Durante una lite stavo per colpirlo con il mio Oscar"
Pamela Anderson: Harvey Weinstein mi disse che non avrei mai lavorato a Hollywood