Saturnia Film Festival 2020: l'omaggio ad Asia Argento

Il Saturnia Film Festival 2020 omaggia l'attrice e regista Asia Argento con una mostra pittorica di David Pompili dal 31 luglio al 13 settembre e torna con le proiezioni dei cortometraggi nelle piazze, il 25 e 26 settembre a Saturnia.

NOTIZIA di 31/07/2020

La terza edizione del Saturnia Film Festival, il festival internazionale dei cortometraggi, si sposta a settembre, il 25 e 26, a causa dell'emergenza sanitaria, nella piazza di Saturnia del Comune di Manciano e alle Terme di Saturnia Spa&Golf Resort e partirà con eventi diffusi, prima a Grosseto dal 31 luglio, con un'importante mostra dedicata a Asia Argento e poi il 16 agosto in piazza a Montemerano (Gr) con una proiezione speciale.

Incompresa: la regista del film Asia Argento in una foto dal set
Incompresa: la regista del film Asia Argento in una foto dal set

Il festival, ideato da Antonella Santarelli, con la direzione artistica del regista Alessandro Grande, nasce con l'intento di far conoscere il cuore della Toscana, la cosiddetta Maremma, grazie alla magia del cinema con mostre, presentazioni di libri, spettacoli teatrali che permettano un legame ancora più profondo tra arte, cinema e territorio. L'edizione 2020, condizionata dal momento, sarà un festival diffuso, in varie località, con un viaggio itinerante nel territorio con il pubblico tra cinema e l'arte.

Si parte con la mostra pittorica A.S.I.A. dell'artista umbro David Pompili, dedicata alla star del cinema italiano e internazionale, Asia Argento, con inaugurazione il 30 luglio al Museo delle Clarisse di Grosseto, diretto da Mauro Papa e organizzata in collaborazione con il museo stesso con la curatela di Massimo Magurano. La mostra è costituita da gigantografie/ritratti, in acrilico su carta dell'attrice e regista di grande impatto visivo, che trasformano il personaggio in una icona pop. Tra gli eventi diffusi, sempre in attesa del festival, il 16 agosto si terrà la proiezione del film Amadeus di Milos Forman, vincitore di 8 premi Oscar e di 4 Golden Globe. Alcune scene del film furono girate proprio nel piccolo borgo medievale di Montemerano, dove si terrà la proiezione, a cui presero parte nel 1984, alcuni bambini, diventati ora adulti, che parteciperanno all'evento raccontando la loro esperienza. L'evento è organizzato in collaborazione con l'Accademia del Libro di Montemerano.

Il 25 e 26 settembre si svolgerà il programma ufficiale del festival con le proiezioni del concorso internazionale di cortometraggi prima a Saturnia (25/09) e poi al Parco Piscine Terme di Saturnia Spa&Golf Resort con la serata finale e la proiezione dei vincitori. I film saranno presentati dall'attore Matteo Nicoletta, introdotti da una breve presentazione di alcuni degli autori selezionati. Il festival ha ricevuto oltre 500 cortometraggi pervenuti da tutto il mondo, e divisi in quattro sezioni: Fiction Italiana, Fiction Internazionale, Animazione e Documentario. Tutti i registi finalisti concorreranno al Premio per la Miglior Regia del valore di 1500 euro, consistente in una pregiata statuetta raffigurante una Ninfa, simbolo della nascita delle acque realizzata dallo scultore e pittore italiano Arnaldo Mazzanti "che rappresenta - ha detto Antonella Santarelli - il nostro Oscar al Femminile". A questo si lega un'importante novità, la presenza di una nuova categoria competitiva dal titolo "Donne nel cinema", sezione nata per premiare il miglior corto a tematica femminile diretto da una donna. Il premio sarà consegnato dalle fondatrici del gruppo Facebook "Mujeres nel Cinema" con cui il Saturnia Film Festival ha iniziato una collaborazione da questa edizione. La giuria dell'edizione 2020 è presieduta da Paolo Orlando, Direttore della Distribuzione Medusa Film (Roma).

I cortometraggi selezionati per concorrere al primo premio sono: per la sezione Fiction Italiana", Inverno" di Giulio Mastromauro, L'oro di famiglia di Emanuele Pisano e La ricetta della mamma di Dario Piana. Per la sezione "Fiction Internazionale", Exam di Sonia K. Hadad (Iran), Guy proposes to his girlfriend on a mountain di Bernhard Wenger (Austria) e Your Rider di Alberto Utrera (Spagna). Per la sezione "Animazione", Arturo e il gabbiano di Luca Di Cecca (Italia), Lost & Found di Andrew Goldsmith (Australia) e Mother and Milk di Ami Lindholm (Finlandia). Per la sezione "Documentario", Nizar di Mirco Valenza (Italia), Our Territory di Mathieu Volpe (Belgio) e Supereroi senza super poteri di Beatrice Baldacci (Italia).

Per la nuova sezione "Donne nel cinema" i cortometraggi selezionati sono: Delitto naturale di Valentina Bertuzzi (Italia), Handarbeit di Marie-Amélie Steul (Germania) e I Am Mackenzie di Artemis Anastasiadou (Stati Uniti).

Per informazioni: www.saturniafilmfestival.it.