SAG-AFTRA, Matthew Modine minaccia di fare causa a Fran Drescher: "Le sue sono calunnie"

Matthew Modine ha avvisato la collega e rivale per la carica di Presidente della SAG-AFTR Fran Drescher: le farà causa se l'attrice non ritirerà le sue ultime dichiarazioni sul suo conto.

NOTIZIA di 27/08/2021

Matthew Modine e Fran Drescher sono ai ferri corti: i due attori, attualmente in corsa per la carica di Presidente dell'associazione Screen Actors Guild - American Federation of Television and Radio Artists (SAG-AFTRA), si starebbero scontrando a suon di email e minacce di cause legali*.

Una immagine di Fran Drescher
Una immagine di Fran Drescher

Come riportano anche diversi siti come Deadline e Just Jared, la questione è nata dopo che l'attrice de La Tata ha espresso le sue preoccupazioni in una email diretta ai suoi sostenitori sulla legittimità di alcune pratiche, in particolare il fatto che il canale KTLA non dia equo spazio ai candidati di entrambi i partiti.

"Adesso credono che vada bene violare la legge e che loro non siano costretti a seguire le regole. Il comitato nazionale super-partes per le elezioni SAG-AFTRA ha riscontrato che Modine e i membri di Membership First abbiano infranto le regole" si legge nell'email di Drescher, con tanto di allegato un articolo del Los Angeles Times il cui titolo recita "SAG-AFTRA election board finds KTLA, Modine-led group broke rules".

Ma l'avvocato di Matthew Modine, Robert Allen, ha qualcosa da ridire al riguardo: "La sua diffamazione dell'ultimo minuto di Mr. Modine, il suo avversario nella corsa alla presidenza di SAG-AFTRA, arrivata proprio prima delle elezioni, non è solo ripugnante e vergognosa, ma anche dannosa per la carriera e la reputazione professionale di Mr. Modine, oltre che su un piano personale e finanziario"

Per questo minaccia azioni legali se delle scuse e una ritrattazione pubblica non verranno immediatamente effettuate: "Viene falsamente dichiarato che Mr. Modine e Membership First, un gruppo di cui Mr. Modine è un membro prominente, abbiano violato la legge e le regole in atto per l'attuale elezione. Mr. Modine non è apparso su KTLA e non ha nulla a che vedere con la questione delle interviste".