Rione Sanità: La Certezza dei Sogni, il documentario stasera su Sky Arte

Presentato al Torino Film Festival, il documentario Rione Sanità: La certezza dei sogni è diretto da Massimo Ferrari e arriva stasera alle 21:15 su Sky!

NOTIZIA di 20/03/2021

Presentato alla trentottesima edizione del Torino Film Festival, il documentario dal titolo Rione Sanità. La certezza dei sogni è diretto da Massimo Ferrari e scritto insieme a Conchita Sannino e andrà in onda stasera su Sky Arte (canali 120 e 400) alle ore 21.15 e grazie a extra, il programma fedeltà di Sky, i clienti Sky da più di 3 anni lo vedranno prima di tutti on demand nella sezione extra.

Il documentario racconta il quartiere della Sanità di Napoli attraverso le voci e le testimonianze di chi lo abita e i giovani ragazzi che lì stanno costruendo, oltre al loro futuro, quello della loro stessa comunità. Si racconta di come questo è stato possibile grazie all'impegno civico di padre Antonio Loffredo, parroco del quartiere che ha deciso di cambiare le cose aprendo gli spazi della parrocchia per ospitare attività culturali e ricreative, offrendo ai ragazzi uno spazio alternativo alla strada dove trascorrere il loro tempo e creando per loro delle opportunità che prima non avevano.

Grazie alla combinazione di uno sviluppo culturale ed economico e all'impegno costante dei ragazzi del quartiere, ora la comunità del rione Sanità sta vivendo il proprio rinascimento e ha creato molte possibilità per il proprio futuro: grazie alle catacombe restaurate e recuperate, alle orchestre e compagnie teatrali, al nascente centro polisportivo e alle numerose iniziative che hanno chiamato a raccolta artisti internazionali volenterosi di esporre e di offrire le proprie opere in cambio degli spazi parrocchiali.

Il quartiere, prima uno dei più pericolosi di Napoli, nel giro di 15 anni ha cambiato la propria vita: un nuovo corso per le generazioni dei Napoletani del futuro, ma senza mai scordare le vittime di un passato vicino che motivano gli abitanti della Sanità a un cambiamento, a scegliere sempre l'umanità, la bellezza e l'apertura.