Patch Adams: la storia vera che ha ispirato il film con Robin Williams

Patch Adams è il titolo di una celebre pellicola con Robin Williams ma anche il nome di un dottore americano, la cui storia vera ha ispirato gli sceneggiatori del film.

NOTIZIA di 21/07/2021

Patch Adams è un film tragicomico del 1998 con Robin Williams, che oggi, mercoledì 21 luglio 2021, avrebbe compiuto 70 anni, basato su una storia vera: quella di Hunter Doherty "Patch" Adams, un medico, attivista e scrittore statunitense, riconosciuto come l'ideatore di una terapia olistica molto particolare: quella del sorriso, anche nota come clownterapia.

Patch Adams, nato il 28 maggio 1945 a Washington D.C., viaggia per tutto il mondo sin da una tenera età a causa dei continui trasferimenti del padre, la cui perdita, quando Patch aveva solo 16 anni, lo spingerà in un vortice di dolore che culminerà con un tentativo di suicidio. Grazie a questo traumatico evento, però, Adams capisce di avere gravi problemi mentali causati dal trauma e decide di ricoverarsi di sua spontanea volontà in un ospedale psichiatrico.

Non appena esce dall'istituto, Adams si laurea a medicina, affrontando non poche difficoltà lungo il percorso a causa del suo metodo peculiare e anticonformista. Dopo la laurea inizia a lavorare all'ospedale della Georgetown University dove, per la prima volta, mette in pratica le sue teorie: la clownterapia e la risoterapia, fondamentali, secondo il medico, per la guarigione del paziente.

Patch decide quindi di trasformare la sua casa in una clinica, assieme ad alcuni volontari, riuscendo nel corso di dieci anni a curare gratuitamente 15.000 malati. In seguito da vita al suo progetto più ambizioso: il Gesundheit! Institute. Hunter "Patch" Adams continua ancora oggi a portare avanti il suo lavoro e le sue inizialmente controverse teorie mediche ormai vengono messe in pratica in tutti i più grandi ed importanti ospedali del mondo.

A proposito della morte di Robin Williams, Patch Adams ha scritto sul proprio profilo Facebook: "Sono enormemente grato per la sua meravigliosa interpretazione dei primi anni della mia carriera. Ci ha permesso di espandere il lavoro del Gesundheit Institute. Siamo vicini alla sua famiglia e ai suoi amici."