Oscar 2017: Barry Jenkins svela quale sarebbe stato il suo discorso di ringraziamento

Il regista di Moonlight ha raccontato cosa avrebbe detto se non fosse stato compiuto un errore nell'annuncio del titolo vincitore.

Il regista di Moonlight, Barry Jenkins, ha svelato a Entertainment Weekly quale sarebbe stato il suo discorso se avesse ricevuto il premio Oscar come Miglior Film senza l'errore che ha causato molta confusione sul palco e in platea.
Il filmmaker ha infatti sottolineato che la situazione lo ha portato a fare delle dichiarazioni imperfette e ha condiviso quali sarebbero state le sue parole: "Io e Tarell Alvin McCraney siamo questo ragazzo. Siamo Chiron. E non si pensa che quel bambino crescendo potrebbe essere nominato a otto Academy Awards. Non gli è permesso avere quel sogno. Mi sento ancora così. Non pensavo fosse possibile. Ma ora guardo alle persone che mi osservano e se non avessi pensato che fosse stato possibile, come potrebbero farlo loro? Ma ora è accaduto. Quindi quando penso a possibilità come queste ritengo che sia qualcosa che possiamo eliminare dalle opzioni. Tutto ciò è accaduto".

Jenkins e McCraney, infatti, sono entrambi cresciuti nell'area di Liberty City, nella città di Miami, dove è ambientata la storia di Chiron, di cui si segue la vita da quando era bambino all'età adulta.

Continua a seguirci su Facebook, Twitter, Instagram, Youtube, Google+ e Telegram per aggiornamenti, notizie, e curiosità su film e serie TV!

Oscar 2017: Barry Jenkins svela quale sarebbe...
Cinecittà World
Cinecittà World

Mostra i vecchi commenti

Oscar 2017
News Nomination Foto Video
Oscar 2017: la gaffe su La La Land suscita l'ilarità online e irresistibili meme
Oscar 2017: il responsabile delle buste twittava dal backstage "distratto" da Emma Stone?