Natalia Paragoni e Andrea Zelletta: "Parlare di sesso nel 2021 fa ancora così tanto scalpore?"

Natalia Paragoni e Andrea Zelletta, ospiti di Tommaso Zorzi a Il punto Z, sono tornati a riflettere sul fatto che parlare di sesso nel 2021 possa generare ancora dei polveroni mediatici.

NOTIZIA di 13/05/2021

Natalia Paragoni e Andrea Zelletta sono stati ospiti de Il punto Z di Tommaso Zorzi e l'argomento di discussione non poteva che essere il sesso.
I due giovani fidanzati non hanno mai nascosto di vivere con grande passione la loro storia d'amore, ma nelle ultime settimane sono finiti al centro di un piccolo caso mediatico per via di una confessione piccante di lei.

Natalia Paragoni infatti aveva raccontato di essere finita in farmacia per "colpa" di Andrea che, nel corso di un tranquillo weekend romantico, si era dato "molto da fare".
Il racconto dell'influencer aveva subito scatenato reazioni contrastanti tra i suoi followers e non solo, tra chi chiedeva maggiori dettagli bollenti e chi invece si era subito affrettato a definire "poco conveniente", per usare un eufemismo, l'atteggiamento della Paragoni.

Tommaso Zorzi, nel suo salotto su MediasetPlay, ha voluto affrontare l'argomento con i due diretti interessati, che si sono detti sorpresi, come si può ascoltare direttamente dalle loro parole nella clip, dal fatto che parlare di sesso nel 2021 possa ancora sollevare simili polveroni.
"Nel 2021 non possiamo dire che facciamo sesso. E specialmente le donne che vengono additate come tr..a e come put...a. Mi sembra davvero esagerato. Poi io faccio sesso con la persona che amo e non mi sembra proprio niente di sbagliato e non c'era malizia, non c'erano dettagli" ha sottolineato Natalia Paragoni. Che ha anche fatto una promessa a Tommaso Zorzi: tornare a parlare della propria vita sessuale sui social, soprattutto per condividere con altre donne esperienze sull'uso di metodi contraccettivi.

Più soft invece l'atteggiamento di Andrea Zelletta, che ha dichiarato di non nutrire un grande interesse verso chi ha criticato il racconto della sua compagna: "È vero non c'era nessun dettaglio, non c'era niente di scabroso. Poi ti dico la verità, io penso che non me ne frega di meno del pensiero degli altri. Quindi penso: nel bene e nel male, basta che se ne parli".