Michelle Williams difende Jeremy Strong: "Gli voglio bene e affronta seriamente il suo lavoro"

L'attrice Michelle Williams ha difeso pubblicamente l'amico Jeremy Strong dopo le critiche al metodo che usa per interpretare i personaggi.

NOTIZIA di 10/05/2022

Michelle Williams ha difeso il suo amico e collega Jeremy Strong dalle critiche suscitate da un articolo pubblicato sul New Yorker in cui ha svelato il suo approccio alla recitazione.
La star di Succession, infatti, aveva ammesso di essere disposto a spingersi ai limiti pur di offrire la propria migliore interpretazione, ottenendo un'ondata di critiche

In un'intervista rilasciata a Variety, Michelle Williams ha ora dichiarato: "Penso che sfortunatamente la parola 'metodo' abbia fatto parlare a causa di quanto accaduto con Jeremy Strong quando ha provato a descrivere il suo processo. Affronta il suo lavoro davvero seriamente".
L'attrice è stata sostenuta molto da Strong dopo la morte di Heath Ledger e l'attrice ha lodato il modo in cui l'amico abbia aiutato sua figlia Matilda ad affrontare la tragica perdita del padre: "Jeremy è stato abbastanza serio da sostenere il peso del cuore spezzato di una bambina e abbastanza sensibile da capire come avvicinarsi a lei tramite giochi, scherzi e leggerezza".

Michelle e Jeremy sono diventati amici nel 2004 quando stavano recitando entrambi al Williamstown Theatre Festival. L'attrice ha quindi criticato anche i passaggi dell'articolo del New Yorker in cui si parlava degli abiti firmati posseduti da Strong nonostante i problemi economici: "Posso dire che è vero che i suoi vestiti sono sempre stati firmati, ma aveva solo un maglione e due t-shirt, ed erano consumati al collo perché giocava con mia figlia e fingeva di essere un pony permettendole di cavalcare sulla sua schiena e usare i suoi vestiti come redini. Quindi andava in giro con queste sue cose meravigliose rovinate e non ci ha mai pensato due volte, non le ha mai detto di fermarsi".
Michelle ha ribadito: "Matilda non è cresciuta con suo padre, ma è cresciuta con il suo Jeremy e siamo state cambiate grazie alla sua capacità di giocare come se la sua vita dipendesse da quello, perché quella di mia figlia dipendeva da tutto quello".

La star ha dichiarato che è stato difficile leggere l'articolo: "Abbiamo tutti ammirato il suo talento. Lo abbiamo visto lavorare più duramente rispetto a tutti gli altri e abbiamo aspettato a lungo prima che gli altri riconoscessero il suo talento. Quando lo hanno celebrato abbiamo festeggiato tutti".
L'accoglienza negativa ricevuta dall'amico dopo aver parlato del metodo con cui si avvicina ai suoi ruoli hanno avuto delle conseguenze anche sul modo in cui Michelle considera il suo rapporto con la stampa: "Mi sento aperta e mi fido molto, ma so anche che ci sono delle cose di cui non dovrei parlare perché sono troppo private e troppo dure. Ma ora quando parlo del mio lavoro e del mio processo, mi chiedo se dovrei mantenere il segreto. Ma inoltre amo così tanto Jeremy. Quindi anche se questo periodo si è svolto nei momenti di cui non parlo, ho voluto condividerlo perché è necessario essere una persona davvero speciale per giocare con una bambina come ha fatto Jeremy".

Michelle Williams ha infine parlato del suo approccio alla recitazione: "Non so realmente che tipo di attrice sono, tranne che sono qualcuno che proverà qualsiasi cosa per ottenere i risultati che desidera".