Michele Merlo, la Procura di Bologna indaga per omicidio colposo

Dopo la morte di Michele Merlo la Procura di Bologna ha deciso di aprire un'indagine per omicidio colposo: il funerale sarà rimandato per disporre l'autopsia della salma.

NOTIZIA di 08/06/2021

La denuncia del padre di Michele Merlo ha spinto la Procura di Bologna ad aprire un fascicolo: si indaga per omicidio colposo ed è stata disposta l'autopsia sul corpo del cantante, cosa che ha costretto i familiari di Michele a rimandare i funerali.

Nell'intervista concessa da Domenico Merlo a Il Resto del Carlino, il papà di Michele aveva fatto sapere di aver contattato gli avvocati: "questa storia ha moltissime ombre su cui vogliamo sia fatta luce. Sicuramente un'indagine la faremo partire noi: mi sono già rivolto agli avvocati e abbiamo intenzione di sporgere denuncia".

Ora, dopo l'indagine interna avviata dalla AUSL di Bologna, un fascicolo è stato aperto dalla Procura di Bologna. La notizia è stata diffusa dal procuratore capo Giuseppe Amato che, in una nota riportata dall'Agi, ha spiegato: "essendovi formale denuncia la Procura di Bologna ha iscritto il fascicolo a modello 44, per il reato di cui all'articolo 589 del codice penale, per il necessario svolgimento dell'autopsia e per lo svolgimento delle attività investigative connesse".

L'indagine avviata dalla Procura, per ora, è contro ignoti e ipotizza il reato di omicidio colposo. Il padre di Michele ha raccontato che Michele si era presentato al Pronto Soccorso ma era stato rimandato a casa "mercoledì pomeriggio mio figlio è stato all'ospedale di Vergato e, come ci ha poi raccontato, c'era praticamente solo lui, di paziente. Eppure, il medico che lo ha accolto gli avrebbe intimato di 'non intasare gli ospedali per un mal di gola e due placche".

Nella sua denuncia sul quotidiano Bolognese il papà del cantante di Amici 16 ha sottolineato che "un medico poco più attento si sarebbe accorto che qualcosa non andava, avrebbe riconosciuto i sintomi della leucemia e disposto degli accertamenti". Michele infatti oltre al mal di testa e al bruciore alla gola avvertiva anche "febbre sangue al naso ed ematomi sul corpo".