Kumail Nanjiani non si presenta in TV: Conan O'Brien intervista la sua assistente

L'attore Kumail Nanjiani non si è presentato al talk show di Conan O'Brien e il conduttore ha deciso di intervistare la sua assistente.

NOTIZIA di 15/07/2019

Kumail Nanjiani ha dovuto cancellare all'ultimo minuto la sua partecipazione al talk show di Conan O'Brien, situazione che ha dato vita a una situazione davvero inedita ed esilarante.
L'attore ha annunciato la notizia della sua assenza solo trenta minuti prima della messa in onda e il conduttore ha deciso di andare in onda intervistando la sua assistente.

Conan O'Brien ha raccontato che trenta minuti prima dell'inizio della trasmissione la produzione ha ricevuto la telefonata in cui si annunciava che Kumail Nanjiani era impossibilitato ad arrivare sul set a causa di un ritardo nelle riprese di Silicon Valley. Il conduttore ha sottolineato: "Stavo facendo il mio sonnellino pre show. Andy stava facendo il suo bagno e sono arrivati a dirci: 'Kumail non può arrivare qui'".
Dopo venticinque anni di episodi dal vivo Conan si è reso conto che era accaduta una cosa simile solo negli anni Novanta con Liza Minelli e ha ammesso che quando accade si è veramente fregati.

La star del piccolo schermo ha quindi improvvisato e ha iniziato a spiegare che non avrebbero mostrato nemmeno la clip tratta dal film Stuber, che Kumail avrebbe dovuto presentare nel talk show: "Se non si presenta non manderemo in onda la clip per promuovere il suo film. Non funziona così. Mostreremo una scena del film che andrà nelle sale contro Stuber, un piccolo film che dovrà lottare e penso abbia bisogno del nostro aiuto per avere più attenzione. Pensiamo sia giusto e sia il karma. Ecco una clip tratta da Il Re Leone!".

Successivamente Conan ha deciso di intervistare la sua assistente Sona Movsesian, che lavora per lui da un decennio. La donna si è rivelata una presenza esilarante spiegando che nessuno le aveva spiegato che sarebbe stata intervistata: "Nessuno mi aveva detto niente, ma è praticamente il mio lavoro quotidiano: nessuno mi dice niente. Mi sono resa conto che mi avresti intervistata solo quando mi hai chiamata in scena e ho capito: 'Oh merda, non sanno più cosa fare!'".
Sona ha quindi avuto modo di parlare della sua esperienza sul lavoro, ammettendo che alle volte ha meditato su come uccidere lentamente Conan o avvelenarlo. Movsesian e il suo datore di lavoro hanno quindi scherzato sulla possibilità di diventare protagonisti di una sitcom insieme. O'Brien ha infine cercato di aiutare la sua assistente a trovare la casa dei suoi sogni e Sona ha colto al volo l'occasione per chiedergli di comprargliela, descrivendo poi le caratteristiche che spera di trovare in un'abitazione e condividendo la propria speranza che qualcuno voglia fuggire da Los Angeles prima di un possibile terremoto.

Kumail Nanjiai ha voluto porgere le sue scuse con un tweet in cui dichiara: "Conan O'Brien è il mio eroe della comicità. Lui e Andy Richter sono il motivo per cui ho iniziato a fare il comico. Quindi questa clip è qualcosa che avrei amato se non riguardasse me. Ma si parla di me, quindi sono realmente mortificato".