Kim Cattrall su Sarah Jessica Parker: "Non sono pentita di averla definita crudele"

Kim Cattrall è tornata a commentare la 'faida' con Sarah Jessica Parker, dicendosi non pentita di aver definito 'crudele' la co-protagonista di Sex and the City.

NOTIZIA di 23/09/2020

Kim Cattrall ha dichiarato di non essersi pentita di aver definito crudele l'attrice Sarah Jessica Parker, con cui ha condiviso la lunga esperienza in Sex and the City, dopo che questa ha manifestato cordoglio per la tragica morte di suo fratello, gesto che l'interprete di Samantha Jones ha giudicato del tutto ipocrita.

Sarah Jessica Parker e Kim Cattrall in una scena di Sex and the City, episodio L'amico per il sesso
Sarah Jessica Parker e Kim Cattrall in una scena di Sex and the City, episodio L'amico per il sesso

Chiunque abbia seguito con passione Sex and the City avrà sognato, almeno una volta, di vivere un rapporto di amicizia come quello che, per 94 episodi e due film, ha unito sullo schermo le quattro protagoniste dello show: Miranda (Chyntia Nixon), Charlotte (Kristin Davis), Samantha (Kim Cattrall) e Carrie (Sarah Jessica Parker).

Negli anni che hanno seguito l'uscita di Sex and the City 2 al cinema, però, il pubblico ha dovuto fare i conti con una realtà piuttosto sconvolgente: al di fuori del set, infatti, tra Kim Cattrall e Sarah Jessica Parker non ci sarebbe mai stata alcuna amicizia ma, piuttosto, una repulsione reciproca. L'interprete di Samantha Jones, infatti, ha dichiarato che ai tempi delle riprese della serie tv esisteva una vera e propria faida tra lei e le altre attrici. In realtà, già in precedenza si era sospettato di tutto ciò, basti pensare alla serata degli Emmy 2004 quando Kim Cattrall decise di non sedersi al tavolo con le sue colleghe, dichiarando "Siamo migliori amiche? No. Siamo attrici professioniste. Abbiamo vite separate".

Sex and the City: Sarah Jessica Parker, Kim Cattrall, Kristin Davis e Cynthia Nixon in una scena
Sex and the City: Sarah Jessica Parker, Kim Cattrall, Kristin Davis e Cynthia Nixon in una scena

Nel 2018, poi, il rancore di Cattrall è uscito alla luce del sole, attraverso i social. A seguito del tragico suicidio di suo fratello, Christopher Cattrall, Sarah Jessica Parker ha condiviso un post nel quale manifestava tutto il proprio dispiacere per il lutto vissuto dalla sua collega, aggiungendo parole d'affetto nei suoi confronti. La cosa non è affatto andata giù a Kim Cattrall che ha riscontrato molta ipocrisia in questo gesto, confermando anni di speculazioni riguardanti la "guerra" tra le due e chiedendo che la "crudele" Parker smettesse di comunicare con lei. Nella didascalia si leggeva: "Non ho bisogno del tuo amore o supporto in questo momento tragico". Inoltre, l'attrice ha ricordato una conversazione con sua madre, che le avrebbe chiesto "Quando ti lascerà in pace quell'ipocrita?" riferendosi a Parker, ed ha poi accusato la collega di "sfruttare questa tragedia per ripristinare la sua immagine da brava persona", aggiungendo: "Il tuo continuo protenderti è un doloroso promemoria di quanto tu fossi crudele allora e di quanto lo sia ancora adesso".

In una recente intervista per promuovere la sua nuova serie TV, Filthy Rich, Cattrall ha rifiutato di tornare ulteriormente sull'argomento ed ha consigliato alle persone di "cercarlo su Google".

"Tutto è su Google, quindi vi incoraggio a cercare lì per leggere qualsiasi cosa abbia detto", ha detto Cattrall al Los Angeles Times. "Riguardava quel momento e, quando guardo cosa succede intorno a me, posso dire che semplicemente non ho rimpianti".