J.K. Rowling: rimosso il cartellone in suo sostegno da una stazione di Edinburgo

Un cartellone pubblicitario a sostegno dell'autrice di Harry Potter, J.K. Rowling è stato rimosso da una stazione di Edinburgo perché considerato 'messaggio politico'.

NOTIZIA di 31/07/2020

Un cartellone pubblicitario ideato per sostenere l'autrice di Harry Potter, J.K. Rowling è stato rimosso dalla fermata di Weaverly a Edinburgo perché considerato troppo politico.
Un portavoce dell'azienda di trasporti ha spiegato che le parole riportate sul cartellone a favore della creatrice di Harry Potter non erano offensive, tuttavia il contesto poteva risultare offensivo.

La femminista Kellie-Jay Keen-Minshull aveva ideato il cartellone che riportava la scritta "I love JK Rowling". L'attivista aveva pagato 1.200 sterline per potere posizionare l'immagine nella stazione di Edinburgo.
Via Twitter un portavoce di Network Rail Scotland ha dichiarato: "Questa pubblicità non è più affissa ad Edinburgh Waverley. Il poster in oggetto va contro il nostro regolamento per quanto riguarda le pubblicità a causa della sua natura politica. Non permettiamo cartelloni che sostengano o promuovano un punto di vista a scapito di un altro".

J.K. Rowling è stata al centro delle polemiche a causa delle sue dichiarazioni considerato transfobiche. La creatrice di Harry Potter ha provato a spiegare la sua posizione con un lungo intervento pubblicato sul proprio sito internet, tuttavia le critiche non si sono fermate.
Poche settimane fa J.K. Rowling ha firmato una lettera collettiva contro "il clima di intolleranza" e la richiesta di "cancellare" chi pensa in modo diverso.

J.K. Rowling, vandalizzate le impronte dell'autrice di Harry Potter a Edimburgo