Il discorso perfetto, clip esclusiva del film di Laurent Tirard

Oggi vi proponiamo in esclusiva una clip del film Il discorso perfetto: la commedia francese di Laurent Tirard uscirà in Italia il 10 febbraio.

NOTIZIA di 29/01/2022

Il discorso perfetto di cui vi presentiamo una video clip in esclusiva, è la commedia francese in arrivo per San Valentino che fa parlare gli uomini d'amore come non li avete mai visti fare. La pellicola scritta e diretta da Laurent Tirard uscirà in Italia il 10 febbraio grazie alla distribuzione di I Wonder Pictures e Unipol Biografilm Collection.

Nella clip che potete vedere sopra, al protagonista del film viene chiesto di preparare un discorso per il matrimonio della sorella. La domanda del futuro cognato aggiunge nuova angoscia ad Adrien, già preoccupatissimo perché, come tanti di noi, trova i matrimoni estremamente noiosi, soprattutto se gli invitati ad un certo punto della festa si lanciano nel famigerato trenino.

Nella sinossi ufficiale del film leggiamo che Adrien era un uomo felice, finché Sonia, la sua fidanzata, non gli ha chiesto la fatidica "pausa". Dopo settimane di snervante silenzio non riesce a trattenersi e le manda un messaggio, ma la trepida attesa di una replica, che forse potrebbe rimettere in ordine la sua vita, coincide con un evento tremendo: un'interminabile e noiosa cena in famiglia in cui gli viene chiesto di fare un discorso al matrimonio della sorella. E se fosse proprio questo discorso a indirizzare il corso degli eventi futuri, permettendogli di rimettersi in gioco? Intanto, il telefono tace.

Interpretato da Benjamin Lavernhe, Sara Giraudeau, Kyan Khojandi, Julia Piaton, Francois Morel, Guilaine Londez, in Selezione Ufficiale a Cannes 2020 e alla Festa di Roma, Il discorso perfetto uscirà in Italia il 10 febbraio distribuito da I Wonder Pictures e Unipol Biografilm Collection. Il film è diretto dal regista francese Laurent Tirard, autore anche della sceneggiatura e del soggetto del lungometraggio.

"Il discorso perfetto è un film su... me!" - dichiara il regista - "Chiedete ai miei cari come mi comporto durante i pasti in famiglia: sono nel mio mondo, sono introverso e la mia testa è piena di pensieri. Sono felice di aver affrontato il tema dei cuori infranti che, nei film, raramente viene affrontato dal lato maschile. Anche noi uomini possiamo entrare in paranoia quando ci aspettiamo un messaggio da una donna che amiamo. E poi, ovviamente, c'è la famiglia con tutto il suo non detto, la sua goffaggine. Questo film parla del nostro rapporto con gli altri. Quindi sta parlando della vita, giusto?".