Facebook

I basilischi: al via il crowdfunding per l'esordio di Lina Wertmüller in versione Blu-Ray

E' stato appena annunciato il crowdfunding per pubblicare la versione restaurata del sorprendente esordio di Lina Wertmüller intitolato I basilischi.

I basilischi: al via il crowdfunding per l'esordio di Lina Wertmüller in versione Blu-Ray

CG Entertainment ha ufficialmente annunciato che grazie alla collaborazione con IntraMovies è ora attiva la campagna di crowdfunding per pubblicare I basilischi, il folgorante esordio cinematografico del premio Oscar Lina Wertmüller, per la prima volta in versione restaurata in qualità Blu-Ray.

La Limited Edtion Numerata da collezione sarà accompagnata da un esclusivo Booklet curato dallo storico e studioso di cinema Paolo Speranza, direttore di "Cinemasud" e della collana editoriale "Quaderni di Cinemasud". L'edizione sarà realizzata solo al raggiungimento di 300 copie pre-acquistate entro il 7 dicembre 2022 da questo link: https://www.cgtv.it/film-dvd/i-basilischi/. Chi parteciperà al crowdfunding avrà il proprio nome stampato all'interno della confezione.

Dietro gli occhiali bianchi: Lina Wertmüller in un'immagine del backstage
Dietro gli occhiali bianchi: Lina Wertmüller in un'immagine del backstage

Il restauro della pellicola è stato effettuato partendo dalla scansione 4K del negativo originale 35mm e dal negativo colonne ottiche mono. Le lavorazioni del restauro sono state eseguite nel 2020 presso il laboratorio digitale dell'Istituto Luce Cinecittà.

La Limited Edtion Numerata de FILM=/film/i-basilischi_20715/]I basilischi[/FILM] sarà così composta: Blu-ray del film nella nuova versione restaurata, da nuovo Master HD; Slipcase di cartone con nuovo artwork e artwork d'epoca per la cover dell'amaray interno; Numerazione della copia limitata ai primi 500 PZ; il nome di tutti i partecipanti all'operazione all'interno della confezione; un BOOKLET testuale e fotografico a cura di Paolo Speranza.

Dietro gli occhiali bianchi: Lina Wertmüller in un'immagine del documentario a lei dedicato
Dietro gli occhiali bianchi: Lina Wertmüller in un'immagine del documentario a lei dedicato

Lina Wertmüller, che aveva scritto anche il soggetto e la sceneggiatura, debuttò alla regia con il film che le valse il premio Vela d'Argento al Festival di Locarno e segnò l'inizio di una carriera consacrata con il premio Oscar nel 2020. La sinossi della pellicola recita: "In un piccolo paese del Sud, un giovane studente in legge trascorre insieme ai suoi due amici lunghe giornate oziose. I tre sono insofferenti e nello stesso tempo partecipi della mentalità locale. Bighellonano, tentano qualche approccio amoroso, litigano con i genitori, sognano fantasiose avventure che non faranno mai."