House of the Dragon: George R.R. Martin non sarà coinvolto come sceneggiatore

House of the Dragon sarà la nuova serie ambientata nel mondo del Trono di Spade, ma George R.R. Martin non si occuperà degli script degli episodi.

NOTIZIA di 31/10/2019

House of the Dragon, la nuova serie ambientata nel mondo del Trono di Spade dedicata al mondo dei Targaryen, per ora non potrà contare sulla presenza di George R.R. Martin tra gli autori degli episodi ordinati da HBO.

Lo scrittore, commentando sul suo blog personale la notizia dell'ordine compiuto dalla tv via cavo, ha infatti dichiarato che attualmente il suo unico obiettivo è quello di concludere la stesura di Winds of Winter, il sesto volume della saga delle Cronache del ghiaccio e del fuoco.
George R.R. Martin ha dichiarato: "Penso di essere coinvolto in qualche modo con House of the Dragon... e, chi lo sa, se le cose funzioneranno potrei persino scrivere un paio di episodi come ho fatto durante le prime quattro stagioni de Il trono di spade".
L'autore ha però sottolineato: "Ma fatemi essere chiaro su questo punto... Non mi occuperò di nessun copione fino a quando avrò finito e consegnato Winds of Winter. L'inverno sta ancora arrivando e Winds rimane la mia priorità, per quanto amerei scrivere un episodio di House".

Martin ha inoltre commentato la notizia che il pilot ambientato migliaia di anni prima degli eventi mostrati nello show cult non ha ottenuto l'approvazione necessaria a ordinarne una prima stagione: "Non devo nemmeno dire che sono rattristato nel sentire che lo show non verrà prodotto. Jane Goldman è un'incredibile sceneggiatrice e ho amato fare brainstorming con lei. Non so perché la HBO abbia deciso di non ordinare la realizzazione di questa serie, ma non penso che abbia nulla a che fare con House of the Dragon. Non era una situazione in stile uno esclude l'altro. Se la televisione ha abbastanza spazio per molte serie di CSI e Chicago... bene, Westeros ed Essos sono molto più grandi, con migliaia di anni di storie e abbastanza racconti e leggende per dare vita a dozzine di serie. Per quanto mi spezzi il cuore lavorare per anni a un pilot, impegnarsi e poi non arrivare al risultato sperato, non è una cosa inusuale". George ha ribadito: "Mi sono ritrovato nella stessa situazione più di una volta. So che Jane e il suo team ora sono delusi, e hanno tutto il mio sostegno, con i miei ringraziamenti per il duro lavoro, e i miei auguri per qualsiasi progetto realizzeranno in futuro".