Guardiani della Galassia 3: la Marvel vorrebbe il coinvolgimento di Gunn

Il regista James Gunn potrebbe non dover dire addio al terzo capitolo della saga dei Guardiani della Galassia grazie ai responsabili della Marvel, al lavoro per trovare una soluzione che soddisfi anche la Disney.

Guardiani della galassia: James Gunn sul set col fratello Sean Gunn che dà vita a Kraglin in motion picture

James Gunn potrebbe ritornare nel mondo dei Guardiani della Galassia nonostante il licenziamento annunciato dalla Disney a causa dei tweet offensivi condivisi alcuni anni fa online. Marvel Studios vorrebbe infatti che il regista rimanesse coinvolto in qualche modo nella realizzazione del terzo capitolo della saga dei simpatici eroi, soprattutto dopo che l'intero cast si è schierato a suo favore, senza dimenticare poi la forte presa di posizione compiuta da Dave Bautista, pronto a dire addio al ruolo di Drax nel caso in cui i produttori decidessero di non usare lo script già completato.

Kevin Feige sembra stia cercando di trovare una soluzione per il bene del franchise, considerando inoltre che si vorrebbe girare il lungometraggio senza troppi ritardi che sarebbero invece inevitabili nel caso in cui diventasse necessario introdurre il lavoro di un nuovo regista.

I dubbi sono inoltre legati ai potenziali sostituti che potrebbero trovarsi in difficoltà nel raccogliere l'eredità di Gunn o nel proporre un nuovo approccio alla storia dei Guardiani ai fan che hanno già dimostrato in modo chiaro di aver apprezzato l'adattamento compiuto da James nei primi due film.
La situazione appare quindi in continua evoluzione e bisognerà attendere per scoprire quale sarà la decisione presa dai produttori del franchise.

Guardiani della Galassia 3: la Marvel vorrebbe il...
Cinecittà World
Cinecittà World

Mostra i vecchi commenti

James Gunn lavorerà per Warner Bros dopo l'addio al mondo Marvel?
Guardiani della Galassia 3, Dave Bautista: "Non tornerò sul set se non useranno lo script di Gunn"