George Clooney commenta la morte di Brandon Lee e l'incidente sul set di Rust: "Mi rendono furibondo"

L'incidente sul set di Rust ha spinto George Clooney a ripensare alla morte dell'amico Brandon Lee, il suo commento sugli incidenti mortali occorsi sul set è feroce.

NOTIZIA di 16/11/2021

George Clooney torna a commentare l'incidente mortale sul set del western Rust, dove ha perso la vita la direttrice della fotografia Halyna Hutchins, collegandolo a un altro celebre incidente sul set de Il corvo dove morì l'amico Brandon Lee.

Ave, Cesare: un bel primo piano di George Clooney in conferenza a Berlino
Ave, Cesare: un bel primo piano di George Clooney in conferenza a Berlino

Nel corso del podcast WTF With Marc Maron, George Clooney si è soffermato sul disastro del set cinematografico del mese scorso in cui una pistola usata da Alec Baldwin ha ucciso Halyna Hutchins e ferito il regista Joel Souza. Clooney ha dichiarato che la morte degli attori Brandon Lee nel 1993 e Jon-Erik Hexum nel 1984, entrambi suoi amici, ha reso la sicurezza delle armi sul set prioritaria quindi non riesce ancora a credere a quanto accaduto sul set di Rust.

"Non conosco molto bene Alec Baldwin e non penso che nessuno avesse l'intenzione di fare qualcosa di sbagliato. Credo che si sia trattato di un terribile incidente, ma esiste un protocollo specifico" ha spiegato Clooney. "Ogni volta che mi viene data una pistola sul set, ogni singola volta, la guardo, la apro, la mostro alla persona contro cui la sto puntando, la mostro all'equipe. Ogni singola ripresa. Poi quando ho finito l'arma viene restituita all'addetto".

L'attore prosegue: "Parte del motivo per cui esiste questo protocollo è ciò che è successo a Brandon Lee. Tutti lo fanno. Forse Alec l'ha fatto, si spera che l'abbia fatto. Ma il problema è che i proiettili a salve sono difficili da riconoscere perché sembrano veri . Hanno un piccolo foro nella parte posteriore da cui qualcuno ha rimosso la polvere da sparo."

Nicolas Cage voleva far licenziare l'addetta alle armi di Rust due mesi prima della morte di Halyna Hutchins

Clooney ha detto che, proprio per via di questa difficoltà, non si limita a ispezionare visivamente la pistola.

"Voglio dire, ogni volta che mi viene consegnata una pistola da sei cartucce, la punto a terra e la premo sei volte. È semplicemente folle non farlo". Poi entra nel merito dell'incidente di Rust spiegando: "In tutti questi anni non ho mai sentito il termine 'pistola fredda'. Non ho mai sentito quel termine. Letteralmente. Stanno solo parlando di cose di cui non ho mai sentito parlare. È solo esasperante. Sono sul set da 40 anni e la persona che ti consegna la pistola, la persona che è responsabile della pistola, è l'armiere. Punto. Queste sono tragedie, ma sono anche un sacco di stupidi errori".