Gentleman Jack - Nessuna mi ha mai detto di no: la storia vera che ha ispirato la serie

Gentleman Jack - Nessuna mi ha mai detto di no è una serie televisiva ispirata ai diari di Anne Lister: diarista e proprietaria terriera inglese.

NOTIZIA di 26/03/2021

Gentleman Jack - Nessuna mi ha mai detto di no è una serie televisiva anglo-statunitense ispirata a una storia vera, quella di Anne Lister: proprietaria terriera, studiosa, imprenditrice e viaggiatrice inglese. La serie è tratta dai 27 volumi, scritti dalla Lister, contenenti circa 5 milioni di parole, un sesto delle quali scritte in un codice criptato di sua invenzione, che usava per proteggere le sue riflessioni personali su persone ed eventi e per documentare minuziosamente le sue relazioni omosessuali.

Gentleman Jack Suranne Jones Ep5 Laf
Gentleman Jack: una scena della serie

La Lister ha avuto una vita piuttosto intensa contrastando tutte le norme e le convenzioni sociali del XIX secolo. Ha viaggiato spesso all'estero gestendo l'azienda di famiglia, cosa piuttosto peculiare all'epoca. A tutto questo si aggiunge il suo modo di vestire e il suo orientamento sessuale: sempre in nero, senza sottogonne o calze, e determinata a sposare un'altra donna.

I tempi sono molto cambiati e oggi è considerata una pioniera della comunità LGBTQ. Dall'età di 15 anni, la Lister ha scritto della sua vita in quelle che sarebbero diventate migliaia di pagine di diari. Per garantire che i dettagli intimi che aveva scritto rimanessero segreti, ha ideato un codice dall'algebra e dall'alfabeto greco.

Gentleman Jack Suranne Jones Ep8 Laf2
Gentleman Jack: Suranne Jones nella serie

Il primo a scoprire i diari fu il discendente della Lister, John Lister, verso la fine del XIX secolo. Dopo aver decifrato il codice, essendo lui stesso un omosessuale, John non ha voluto rischiare di essere identificato come parente di Anne e ha nascosto i diari.

Quando la tenuta della Lister è stata trasformata in un museo nel XX secolo, sono state scoperte per la seconda volta migliaia di pagine di vari diari. Ma è stato solo quando Helena Whitbread si è imbattuta nei manoscritti negli anni '80, che le relazioni omosessuali della Lister sono state rivelate.

Gentleman Jack Albane Courtois Suranne Jones Ep2 Laf 4
Gentleman Jack: Suranne Jones in una foto della serie

"È roba rivoluzionaria, assolutamente esplicita, ogni azione è descritta. È molto sbarazzina e avvincente", ha spiegato la Whitbread al Guardian. "La maggior parte delle donne sedotte dalla Lister erano eterosessuali, ma erano molto felici di andare a letto con lei."

Anne Choma, la principale ricercatrice ingaggiata da Sally Wainwright, regista di Gentleman Jack - Nessuna mi ha mai detto di no, e autrice del libro intitolato Gentleman Jack: The Real Anne Lister, ha dichiarato: "Ho cercato di trovare la voce di Anne, una voce che utilizzasse gran parte del linguaggio nei diari rimanendo però abbastanza viva e fluida".