Don't Look Up, Seth Rogen e la frecciatina a Jonah Hill: "No, non sono arrabbiato..."

Seth Rogen ha scelto Instagram per lanciare un'esilarante frecciatina a Jonah Hill inerente all'uscita del suo ultimo film, diretto da Adam McKay e distribuito da Netflix.

NOTIZIA di 13/09/2021

Seth Rogen ha scelto Instagram per lanciare un'esilarante frecciatina pubblica all'amico e collega Jonah Hill, colpevole di aver preso parte allo stellare cast di Don't Look Up: film diretto da Adam McKay che sarà distribuito da Netflix a partire dal 24 dicembre 2021.

Tra i film distribuiti da Netflix, Don't Look Up è uno dei più importanti del 2021: tra i suoi protagonisti figurano Leonardo DiCaprio, Jennifer Lawrence e Jonah Hill, insieme a molte altre stelle del cinema hollywoodiano. Il primo trailer della pellicola è stato rilasciato questa settimana e, a quanto sembra, nel film ci sono tutti gli ingredienti per un progetto in perfetto stile McKay anche se manca uno dei principali collaboratori di Hill: Seth Rogen.

Seth ha deciso di unirsi ad altri milioni di fan in tutto il mondo e di congratularsi con il suo amico Jonah su Instagram, deliziando tutti con una frecciatina esilarante che è subito divenuta virale online ricevendo migliaia di like e commenti.

Rogen ha commentato il post di Hill, scrivendo: "Sono entusiasta di vederti in questo film e no, non sono in alcun modo arrabbiato per non essere stato preso in considerazione per far parte del cast della pellicola." Quel che è certo è che Seth sarebbe perfetto per il progetto ma il lato positivo è che Rogen, Jonah Hill e Adam McKay sono molto vicini: le loro prime collaborazioni risalgono a molti anni fa e, di conseguenza, è più che probabile che lavoreranno di nuovo insieme in futuro.

Jonah Hill ha recentemente raccontato la storia di come ha incontrato Adam McKay e Will Ferrell mentre viveva nell'appartamento di Seth Rogen all'inizio della sua carriera. Dopo quell'incontro i tre sono riusciti a realizzare dei progetti semplicemente incredibili a Hollywood: Jonah è stato nominato per un Oscar e McKay ha vinto l'ambito premio per la migliore sceneggiatura non originale de La grande scommessa.