Chris Evans: quando il suo amico bocciò la sua versione di Captain America (VIDEO)

Jon, amico e compagno di liceo di Chris Evans, bocciò la sua versione di Captain America, come dimostra un video girato dietro le quinte de Il primo Vendicatore.

NOTIZIA di 04/03/2021

Chris Evans ha condiviso sui social un video del dietro le quinte di Captain America: il primo Vendicatore che mostra i momenti in cui il suo amico e compagno di liceo bocciò la sua versione del supereroe Marvel.

Chris Evans, celebre e amato in tutto il mondo per essere l'interprete di Captain America nel Marvel Cinematic Universe (MCU), ha voluto dimostrare ai suoi followers che in realtà non tutti credevano in lui nel periodo in cui si trovava ad affrontare per la prima volta il ruolo che ha praticamente cambiato la sua carriera. Il filmato in questione riguarda infatti il periodo di riprese di Captain America: il primo vendicatore, film che ha inaugurato la sua avventura nell'universo Marvel, durante il quale l'attore non è riuscito ad impressionare Jon, uno dei suoi amici più intimi.

Sia Jon che Zach, altro compagno di liceo di Evans, erano presenti sul set ricoprendo un ruolo da assistenti dell'attore durante la produzione del film. "Zach ha ottenuto un sacco di filmati fantastici", ha scritto Evans nel post, aggiungendo: "Jon non è rimasto impressionato". Molteplici inquadrature di Jon lo vedono infatti scuotere la testa mentre Evans esegue acrobazie folli, con tanto di pollice in giù.

Captain America: il primo Vendicatore raccontava le origini di Steve Rogers e la sua battaglia contro le forze dell'HYDRA. In seguito, l'attore avrebbe ripreso il ruolo in altri film Marvel, fino ad Avengers: Endgame in cui ha raccolto lo scudo del supereroe per l'ultima volta. Il prossimo film di Evans, The Grey Man, lo riunirà con Joe e Anthony Russo, veterani dell'universo Marvel, che hanno diretto Evans nei sequel di Captain America fino ad Endgame. Il film originale Netflix vedrà Evans come collega/rivale della spia del titolo interpretata da Ryan Gosling.