Facebook

Carlo Verdone da Fabio Fazio. "Davanti alla tomba di famiglia mi chiedono i selfie" (Video)

Carlo Verdone ospite di FabioFazio ha divertito il pubblico con alcuni simpatici aneddoti: dalla vita sul set a quella al cimitero

Carlo Verdone da Fabio Fazio. "Davanti alla tomba di famiglia mi chiedono i selfie" (Video)

Carlo Verdone ha partecipato a Che Tempo Che fa, ospite di Fabio Fazio durante la trasmissione del 22 gennaio. L'attore ha divertito il pubblico da casa e in studio con i suoi, simpatici, aneddoti. Alcune di queste storie gli amanti dell'attore romano le conoscevano già, ma il protagonista di Vita da Carlo le arricchisce ogni volta con nuovi, gustosi, particolari.

Carlo Verdone ha festeggiato da Fabio Fazio l'anniversario di alcuni momenti della sua carriera, come i 45 anni dal debutto televisivo in No Stop, il programma che lanciò, oltre a Carlo Verdone anche Massimo Troisi, Enzo De Caro e Lello Arena, nel trio La Smorfia, I Gatti di Vicolo Miracoli e I Giancattivi.

Quest'anno ricorre il 40esimo anniversario di Acqua e Sapone, uscito nel 1983. A proposito di questo film, Carlo Verdone ha ricordato un aneddoto che coinvolge la sorella di Aldo Fabrizi. Nel cast del film, infatti, c'era anche la Sora Lella, conosciuta non solo per le sue doti artistiche ma anche per la sua bravura in cucina.

"Il capo elettricista - ricorda Verdone - chiese a Sora Lella di cucinare du'bucatini alla amatriciana, invece di mangiare i soliti cestini". L'attrice non se lo fece ripetere due volte e si mise all'opera. "Un giorno era amatriciana, un giorno carbonara, un giorno la gricia e noi perdevamo il ritmo. È vietato mangiare i carboidrati sul set". La cucina della Sora Lella incideva anche sui costi di produzione, il cast finiva sempre per fare straordinari: "Dopo i due piatti di bucatini fatti da Sora Lella tutta la troupe era come sterminata dal gas nervino".

Tra gli sterminati c'era anche Vittorio Cecchi Gori. Il produttore, arrivato sul cast per richiamare la troupe sullo sforamento dei costi, fece l'errore di assaggiare un piatto di bucatini della cuoca Fabrizi: "Non parlò più", ricorda Verdone. Alla fine delle riprese Carlo aveva preso quattro chili.

L'attore, che 25 anni fa usciva nelle sale con Gallo Cedrone, ha raccontato anche un aneddoto della sua vita privata che sembra preso dalla serie Vita da Carlo. Un giorno, mentre stava in raccoglimento sulla tomba di famiglia, gli si avvicinò un signore "con un cappello che avrebbe potuto indossare Cristiano Malgioglio". Si trattava di un suo particolare fan, aveva letto anche la sua biografia. "Complimenti, lei che è un attore, un mondano, trova il tempo per venire al cimitero. Io poi so che era molto legato a sua madre, l'ho letto nel libro" gli disse. L'invadente ammiratore, prima di andare via, gli fece una promessa e una richiesta: "Verrò tutti i giorni a posare una rosa per sua madre. Ora ci facciamo un selfie?".

Carlo Verdone alla fine ha ricevuto anche un'anca d'oro, in ricordo della sua operazione all'anca: "Sono passati 2 anni,5 mesi e 2 giorni", gli ha detto Fabio Fazio, prima di consegnargli 'l'ambito premio'.

La puntata è disponibile su Raiplay.