Facebook

Blue Jeans: la serie fu interrotta in seguito a una denuncia per molestie sessuali

La protagonista della serie Alley Mills punta il dito contro la costumista, che ha denunciato due membri del tema produttivo colpevoli di averla molestata.

In tempi di denunce di molestie presenti e passate, scopriamo che anche la serie Blue Jeans (in originale The Wonder Years) ha una storia meno trasparente di quanto sembri. Lo show per famiglie è andato in onda dal 1988 al 1993 e si interrotto con la stagione 6, ma a quanto pare inizialmente non erano questi i piani.

A rivelarlo è la star Alley Mills la quale svela che a bloccare la produzione è stata la denuncia di molestie mossa contro Fred Savage e Jason Hervey. A denunciarli di abusi quotidiani verbali e fisici sarebbe stata la costumista Monique Long.

"Quando abbiamo girato l'ultima stagione nessuno di noi sapeva se la serie sarebbe stata rinnovata, ma la causa legale ha convinto _ABC a cancellare la produzione di un'eventuale settima stagione. All'inizio credevo che la denuncia fosse un grosso scherzo. E' come accade oggi, alcune persone innocenti vengono coinvolte in questi casi, non potevo credere che fosse vero. Era la mia costumista e non mi importa se ora mi sta ascoltando. E' passato tanto tempo. Credevo fosse uno scherzo, ma l'hanno liquidata e questo mi ha fatto infuriare. Quello che il network ha fatto è incorreggibile, non avrebbero dovuto darle dei soldi. Volevano evitare lo scandalo, ma questo li ha fatti apparire colpevoli. Non dai dei soldi a qualcuno se è nel torto, lo licenzi e basta"_.

All'epoca gli avvocati di Fred Savage e Jason Hervey respinsero ogni accusa. Oggi Monique Long risponde alle dichiarazioni di Alley Mills con un comunicato in cui dichiara:

"Prima le molestie sessuali non erano popolari né accettabili a Hollywood. Oggi scopriamo la verità sul lato oscuro di Hollywood e la presenza massiccia di molestie nell'industria. E' un modo per mantenere il controllo e purtroppo continua a esserlo! Le persone possono dire ciò che vogliono, ma la verità è sempre stata rivelata in documenti presentati nelle varie denunce. Se qualcuno cerca la verità basta che legga i documenti. La mia sola risposta all'accusa di Ms. Mills è che le sue parole sono la prova del motivo per cui le donne nell'industria sono costrette a tacere e non denunciano le molestie".

Continua a seguirci su Facebook, Twitter, Instagram, Youtube, Google+ e Telegram per aggiornamenti, notizie, e curiosità su film e serie TV!