Bad Boys: Will Smith e Martin Lawrence finsero una lite per spaventare un giovane attore

I protagonisti della trilogia Bad Boys, Will Smith e Martin Lawrence hanno confessato di aver finto una lite sul set per mettere a disagioDennis Greene, durante le riprese del secondo film.

NOTIZIA di 18/10/2020

Will Smith e Martin Lawrence dal 1995 sono inseparabili grazie ai loro ruoli nel franchise Bad Boys, nei panni di Mike Lowrey e Marcus Burnett, due investigatori della divisione narcotici di Miami Police Department (MPD), e sono talmente credibili insieme che sul set del secondo film hanno finto una lite terrorizzando e mettendo a disagio il giovane attore Dennis Greene.

Una delle scene più memorabili di Bad Boys 2 è quella in cui Mike Lowrey (Will Smith) e Marcus Burnett (Martin Lawrence) molestano il giovane che è venuto a prendere la figlia di Marcus al suo primo appuntamento. Come racconta il sito Showbiz CheatSheet, quel giovane era Dennis Greene che interpretava il povero Reggie, come hanno confermato alla radio The Breakfast Club: "Era un giovane attore. Era il suo primo ruolo. Quindi, il regista Michael Bay era preoccupato perché pensava che non potesse interpretare il livello di disagio di cui avevamo bisogno per la scena. Io e Martin allora abbiamo iniziato a litigare davanti al ragazzo e lui è rimasto terrorizzato"

Quando ha visto la reazione di Dennis Greene, Michael Bay ha quindi subito fatto partire la scena per evitare di perdere lo stato d'animo del ragazzo, essenziale per la buona riuscita di quella sequenza.

Will Smith e Martin Lawrence torneranno presto nei loro iconici ruoli, grazie a un quarto capitolo che arriverà dopo Bad Boys For Life, uscito ben 17 anni dopo il secondo film. Infatti, è stato già annunciato un quarto capitolo e, secondo Collider, per la sceneggiatura è stato chiamato Chris Bremner.