Facebook

Anthony Mackie dà ragione a Tarantino: "La Marvel ha significato la morte delle star del cinema"

Le dichiarazioni di Quentin Tarantino sulla Marvel trovano un appoggio inaspettato proprio in Anthony Mackie, star di The Falcon and the Winter Soldier e nuovo Capitain America.

Anthony Mackie dà ragione a Tarantino: "La Marvel ha significato la morte delle star del cinema"

Sono esplose le polemiche dopo le dichiarazioni di Quentin Tarantino secondo cui la Marvel avrebbe ucciso le star del cinema, ma ora riemerge un vecchio video in cui Anthony Mackie sostiene la stessa cosa, dando ragione al regista di Pulp Fiction.

Il video in questione risale ai tempi del Comic-Con di Londra del 2018, ma in questi giorni sta di nuovo facendo il giro del web poiché in linea con le affermazioni di Tarantino. Nell'intervista l'attore di The Falcon and the Winter Soldier Anthony Mackie discute dello stato dell'industria cinematografica attuale e ammette candidamente che i film di supereroi, come quelli della Marvel, hanno portato alla scomparsa delle star del cinema.

Hollywood, secondo l'attore, oggi è molto diversa rispetto al passato perché si rivolge quasi esclusivamente a un pubblico teen e alla Cina, quindi oggi non sarebbe possibile realizzare molti film classici.

"Non ci sono più star del cinema", ha dichiarato Mackie in un discorso davvero molto simile a quello di Quentin Tarantino. "Ad esempio, Anthony Mackie non è una star del cinema. Falcon è una star del cinema, ed è questo che è strano. Una volta con Tom Cruise, Will Smith, Stallone e Schwarzenegger, quando andavi al cinema andavi a vedere il film di Stallone. Andavi a vedere il film di Schwarzenegger. Ora si va a vedere X-Men. Quindi l'evoluzione del supereroe ha significato la morte della star del cinema".

Quentin Tarantino ha rivelato il film Marvel che gli piacerebbe girare

Secondo Mackie oggi siamo di fronte a un cinema molto diverso e la causa della bassa affluenza delle sale sarebbe da imputare proprio al fatto che Hollywood "fa film per un pubblico specifico invece di fare solo buoni film. Ed è per questo che la gente ha smesso di andare al cinema, perché la maggior parte dei film fa schifo".

Anthony Mackie come Tarantino: la polemica non si arresta

Per aver usato praticamente le stesse parole, Quentin Tarantino è stato messo sotto accusa generando una serie infinita di polemiche. In una puntata del podcast "2 Bears, 1 Cave", infatti, il regista di Pulp Fiction e C'era una volta...a Hollywood ha affermato: "Parte della marvelizzazione di Hollywood è che ci sono tutti questi attori che sono diventati famosi interpretando questi personaggi. Ma non sono star del cinema, giusto? Capitan America è la star. O Thor è la star. Voglio dire, non sono il primo a dirlo. Penso che sia stato detto un miliardo di volte... ma è come se fossero questi personaggi in franchising a diventare una star".

Tarantino ha messo le mani avanti chiarendo nell'intervista che non odia i film Marvel, ma che l'interesse morboso di Hollywood per il genere fa pensare che non ci sia spazio per altri tipi di film.