Un giorno della vita

2010, Drammatico

3.1
Un giorno della vita (2010)
Genere
Drammatico
Durata
Regista
Uscita ITA

Basilicata, 1964. A dodici anni Salvatore finisce in riformatorio a causa della sua divorante passione per il cinema. Una passione che lo spinge a raggiungere ogni giorno in bicicletta, insieme agli amici Alessio e Caterina, il paese vicino al suo per poter assistere ai film di una saletta di terza visione. A casa Salvatore deve poi affrontare quotidianamente l'ostilità di suo padre, un contadino comunista che vede come fumo negli occhi la passione del figlio. Un giorno, l'annuncio della vendita di un vecchio proiettore 16 mm fa nascere in Salvatore l'idea di creare un piccolo cinema. Il progetto però ha una falla: la mancanza assoluta di denaro. Salvatore acquista il proiettore sottraendo alle casse della locale sezione del Partito comunista i soldi raccolti tra i militanti per inviare una delegazione ai funerali di Togliatti. La felicità dei ragazzi dura poco: le faccende degli adulti, le beghe politiche del paese, andando a intrecciarsi con il loro ingenuo sogno, portano alla scoperta del furto di Salvatore...

News e articoli


Al cinema con Barney, Yoghi... e i nostri

14 Gennaio 2011

Recensione Un giorno della vita (2010)

12 Gennaio 2011

Un giorno della vita: parlano regista e cast

11 Gennaio 2011

Le vostre recensioni


Mostra i vecchi commenti