Qui rido io 2021

4.0/5
3.8/5
Locandina di Qui rido io

Qui rido io è un film di genere Commedia, Drammatico del 2021 diretto da Mario Martone con Toni Servillo e Maria Nazionale. Uscita al cinema: 9 Settembre 2021. Durata: 132 min. Distribuito in Italia da 01 Distribution. Paese di produzione: Italia, Spagna.

Trama

La trama di Qui rido io (2021). La storia è ambientata agli inizi del ‘900, nella Napoli della Belle Époque. Tra il cinematografo e il teatro, l'attore di spicco che domina la scena è il grande comico Eduardo Scarpetta. Dalle umili origini, Scarpetta vive adesso nel lusso grazie alla fama e alla ricchezza accumulati con le commedie e alla maschera di Felice Sciosciammocca, una figura che nel cuore del pubblico napoletano ha soppiantato Pulcinella. Proprio all'apice della carriera, Scarpetta fa un passo falso: decide di realizzare la parodia de La figlia di Iorio, tragedia del più grande poeta italiano del tempo, Gabriele D’Annunzio. La sera della prima la commedia non è gradita dal pubblico e viene interrotta da urla, fischi e improperi sollevati dai poeti e drammaturghi della nuova generazione che gridano allo scandalo. Scarpetta finisce con l’essere denunciato per plagio dallo stesso D’Annunzio.

Napoli, inizio del Novecento. La Belle Époque ha regalato nuovi fasti alla città, tanto da far risplendere i teatri e la cultura in generale come mai prima d’ora. Nel frattempo, è arrivata anche una nuova invenzione: il cinematografo.

L’attore e autore Eduardo Scarpetta è il riferimento incontrastato del panorama teatrale. Partito da umili origini, si è affermato grazie alle sue commedie e a un talento innato, accumulando ricchezze e agiatezze, attorno alle quali gravitano tantissime donne – una moglie quanto le amanti – figli legittimi e altri illegittimi, fra cui i giovani Titina, Eduardo e Peppino, che assunsero il cognome della madre, De Filippo.

Arrivato a un punto nel quale si sente probabilmente infallibile, Scarpetta tenta un azzardo: abbandona la maschera del suo Felice Sciosciammocca e decide di adattare una parodia de “La figlia di Iorio”, rinomata tragedia di Gabriele D’Annunzio, il poeta italiano più celebrato. Dopo la lunga preparazione, la sera del debutto Scarpetta sente profumo di applausi, ma si sbaglia: lo spettacolo verrà piuttosto interrotto da fischi, urla e pesanti gesti di disapprovazione, con offese lanciate direttamente all’attore dai poeti e drammaturghi presenti in teatro, i quali nutrivano un forte pregiudizio nei confronti di tale audace messinscena.

Dal clamoroso fiasco a una denuncia per plagio di D’Annunzio il passo sarà molto breve. Scarpetta dovrà quindi affrontare un processo che lo costringerà a dismettere i panni dell’attore per indossare quelli dell’accusato, in quella che sarà la prima storica causa italiana sul diritto d’autore. La vita di Scarpetta, così popolata da molte persone che in fondo non lo amano davvero e vuota oltre le apparenze, sembra andare lentamente in frantumi, ma sarà quello il momento nel quale, con l’ennesima prova da grandissimo attore, Eduardo tenterà di ribaltare un destino che sembrava già indirizzato.

Recensione

Mentre iniziamo la nostra recensione di Qui rido io, sentiamo l'eco degli applausi vigorosi a conclusione della prima proiezione per la stampa al Festival di Venezia 2021, dove il nuovo film di Mario Martone è stato presentato in anteprima (uscirà in tutte le sale italiane il 9 settembre). Applausi che sanciscono definitivamente l'importanza del teatro napoletano popolare di Eduardo Scarpetta, poi ereditato dai figli Titina, Peppino ed Eduardo De Filippo, tutt'oggi ricordato e parte fondamentale della nostra cultura, e che confermano la qualità intrinseca di uno dei film più belli del concorso visti finora. Attraverso il ritratto di Scarpetta, qui …

Leggi la recensione completa di Qui rido io (4.0 stelle su 5)

Perché ci piace

  • Il racconto di un artista e del suo lato umano, unendo palco e realtà.
  • Di stampo classico, il film, grazie a un attento lavoro di regia, scrittura e montaggio, è capace di unire un cinema autoriale a quello di stampo più popolare.
  • Il cast regala parecchie emozioni, mettendo in scena un nucleo famigliare vivace. Da sottolineare la performance dei bambini e di Toni Servillo.

Cosa non va

  • Tuttavia sono presenti brevi momenti un po’ troppo didascalici che coincidono con un piccolo calo recitativo.

Cast

Toni Servillo Toni Servillo Eduardo Scarpetta
Maria Nazionale Maria Nazionale Rosa De Filippo Scarpetta
Cristiana Dell'Anna Cristiana Dell'Anna Luisa De Filippo
Antonia Truppo Antonia Truppo Adelina De Renzis
Eduardo Scarpetta Eduardo Scarpetta Vincenzo Scarpetta
Roberto De Francesco Roberto De Francesco Salvatore Di Giacomo
Lino Musella Lino Musella Benedetto Croce
Paolo Pierobon Paolo Pierobon Gabriele D'Annunzio
Giovanni Mauriello Giovanni Mauriello Mirone
Chiara Baffi Chiara Baffi Anna "Nennella" De Filippo

Vai al cast completo di Qui rido io

Accoglienza

Attualmente Qui rido io ha ricevuto la seguente accoglienza dal pubblico:

BOX OFFICE

Incassi in italia
745.354 €

Box-office Qui rido io (2021)

Video

Vai a tutti i video

Immagini e foto

Vai alla galleria completa

News e articoli