L'orizzonte degli eventi 2005

N/D
2.9/5
La locandina di L'orizzonte degli eventi

L'orizzonte degli eventi è un film di genere Drammatico del 2005 diretto da Daniele Vicari con Valerio Mastandrea e Gwenaelle Simon. Durata: 115 min. Distribuito in Italia da Medusa. Paese di produzione: Italia.

Trama

La trama di L'orizzonte degli eventi (2005). Max, trentacinque anni, fisico nucleare, non ha seguito le orme della famiglia, non ha fatto l'avvocato, non ha voluto occuparsi di cantieri e tangenti e non vuole sentirne parlare neanche adesso, che il padre è morto. Lavora ad un importante esperimento chiamato Helios nel laboratorio di Fisica situato dentro il Gran Sasso, ed è stato nominato responsabile dell'esperimento. Questa per Max è l'occasione della vita, la prova fondamentale, ma la competizione al livello internazionale è spietata. Con lui nel progetto c'è Anais, una fisica francese con la quale Max ha una relazione sentimentale. Anais è innamorata, ma lucida e critica nei suoi confronti al punto da non esitare a metterlo con le spalle al muro.

Recensione

Incontri Un coltello nascosto dietro la schiena che d'improvviso esce allo scoperto per affondare nella carne del nemico. La prima immagine de L'orizzonte degli eventi poco rappresenta un film che non va oltre qualche graffio di sbieco in superficie, che parte bene, ma si sgretola troppo presto, fino al rovinoso naufragio del finale. Ed è un vero peccato, perché in partenza le condizioni per tirar fuori un buon film c'erano tutte. Le ambizioni di Daniele Vicari, al suo secondo lungometraggio dopo il dignitoso e più immediato Velocità Massima, si rivelano fin dalle prime battute, con scelte registiche interessanti, un montaggio …

Leggi la recensione completa di L'orizzonte degli eventi

Cast

Valerio Mastandrea Valerio Mastandrea Max Flamini
Gwenaelle Simon Gwenaelle Simon Anais
Francesca Inaudi Francesca Inaudi Marta
Giorgio Colangeli Giorgio Colangeli Pietro Revelli
Lulzim Zeqja Lulzim Zeqja Bajram
Lorenzo Gioielli Lorenzo Gioielli Roberto De Rosa
Paolo Giovannucci Paolo Giovannucci Luca Flamini
Sara Franchetti Sara Franchetti Elena Flamini

Vai al cast completo di L'orizzonte degli eventi

Curiosità e frasi celebri

Tutte le curiosità su L'orizzonte degli eventi e le frasi celebri: ecco le cose curiose che potrebbero esser sfuggite allo spettatore.

Date di uscita e riprese - L'orizzonte degli eventi è arrivato per la prima volta nelle sale italiane il 20 Maggio 2005 (Medusa).
Le riprese del film si sono svolte in Italia.

Ecco alcune delle location in cui è stato girato il film:

Campo Imperatore, L'Aquila, Italia
Castel del Monte, L'Aquila, Italia

Specifiche tecniche - Girato in: 35 mm.
Proiettato in: 35 mm.
Rapporto immagine: 2,35 : 1.
Colore: a colori.
Lingua originale: italiano.

  • Uno scienziato deve fare tutto il possibile per difendere la verità.

Accoglienza

Attualmente L'orizzonte degli eventi ha ricevuto la seguente accoglienza dal pubblico:

Critica

L'orizzonte degli eventi è stato accolto dalla critica nel seguente modo: su Imdb il pubblico lo ha votato con 5.6 su 10

Immagini e foto

Vai alla galleria completa

News e articoli

  • Presentato a Roma L'orizzonte degli eventi

    Presentato a Roma L'orizzonte degli eventi

    Accolto con favore dal pubblico della Semaine de la Critique al Festival del cinema di Cannes, Daniele Vicari torna in Italia per presentare la sua seconda opera.

  • Recensione L'orizzonte degli eventi (2005)

    Recensione L'orizzonte degli eventi (2005)

    Vicari gioca a fare l'autore testando le sue capacità di regista, eliminando la parola a favore delle immagini, ma, imbambolato dall'alienante fascino del territorio del Gran Sasso, si dimentica completamente della storia.

  • In sala: le uscite del 20 maggio

    In sala: le uscite del 20 maggio

    Grande evento nelle sale italiane, questa settimana: dopo l'anteprima al Festival de Cannes, arriva finalmente l'attesissimo 'Star Wars ep. III - La vendetta dei Sith'

  • Vicari conquista Cannes

    Vicari conquista Cannes

    Il regista ha sorpreso il pubblico della Semaine de la Critique con il suo 'L'orizzonte degli eventi'