L'Angelo azzurro 1930

N/D
4.6/5
Un flano de L'angelo azzurro

L'Angelo azzurro è un film di genere Drammatico del 1930 diretto da Josef von Sternberg con Emil Jannings e Marlene Dietrich. Durata: 99 min. Paese di produzione: Germania.

Titolo originale
Der Blaue Engel
Data di uscita
nd (Italia)
Genere
Drammatico
Anno
1930
Regia
Josef von Sternberg
Attori
Emil Jannings, Marlene Dietrich, Kurt Gerron, Rosa Valetti, Hans Albers
Paese
Germania
Durata
99 Min

Trama

La trama di L'Angelo azzurro (1930). Il professor Immanuel Rath un giorno scopre che alcuni dei suoi alunni, di notte, si recano presso un locale d'infimo ordine, "L'Angelo Azzurro" dove si esibisce una certa Lola-Lola. Il professore, scandalizzato, si reca anche lui presso il locale, con lo scopo di sorprendere i suoi studenti, ma si ritroverà proprio nel camerino di Lola-Lola...

Recensione

Piangi pagliaccio, ridi sciantosa Nella Germania a cavallo fra le due guerre mondiali, L'Angelo azzurro si erge, al pari di tante pellicole di poco anteriori, come il simulacro di una sconfitta già subita e di nuovo annunciata. Ma se, ad esempio, in Nosferatu o ne Il gabinetto del dottor Caligari il malessere sociale è trasfigurato, per la logica dell'espressionismo, in scenari fantasticamente alterati e incarnato in esseri mostruosamente deformi, nel capolavoro assoluto di Josef von Sternberg sono le contraddizioni dell'umanità stessa a definire i contorni di una sconfitta epocale. Le ferite della Grande Guerra non sono ancora rimarginate che, di …

Leggi la recensione completa di L'Angelo azzurro

Cast

Emil Jannings Emil Jannings Prof. immanuel Rath
Marlene Dietrich Marlene Dietrich Lola Lola
Kurt Gerron Kurt Gerron Kiepert
Rosa Valetti Rosa Valetti Guste
Hans Albers Hans Albers Mazeppa

Vai al cast completo di L'Angelo azzurro

Curiosità e frasi celebri

Tutte le curiosità su L'Angelo azzurro e le frasi celebri: ecco le cose curiose che potrebbero esser sfuggite allo spettatore.

Date di uscita e riprese - Le riprese del film si sono svolte nel periodo 04 Novembre 1929 - 22 Gennaio 1930 in Germania.

Ecco alcune delle location in cui è stato girato il film:

Berliner Union-Film Studio, Tempelhof, Berlino, Germania
Berlino, Germania
Universum-Film-Aktengesellschaft Studios, Berlino, Germania

Specifiche tecniche - Girato in: 35 mm. Proiettato in: 35 mm. Rapporto immagine: 1,20 : 1. Colore: bianco e nero. Formato audio: Mono. Lingua originale: tedesco e inglese.

  • Kiepert: "Devi bere. Non sto pagando per la tua arte"

  • Sapevo che sarebbe tornato: da me tornano tutti.

Altre 14 curiosità e citazioni su L'Angelo azzurro

Accoglienza

Attualmente L'Angelo azzurro ha ricevuto la seguente accoglienza dal pubblico:

BOX OFFICE

Incassi in USA
77.982 $

Box-office L'Angelo azzurro (1930)

Critica

L'Angelo azzurro è stato accolto dalla critica nel seguente modo: sull'aggregatore di recensioni Rotten Tomatoes il film ha ottenuto un punteggio medio del 96% sul 100%, su Metacritic ha invece ottenuto un voto di 88 su 100 mentre su Imdb il pubblico lo ha votato con 7.7 su 10

Immagini e foto

Vai alla galleria completa

Home Video

blu-ray

L'angelo azzurro
2021 - A e R Production
Contiene 1 Ora e 44 Minuti di contenuti su 1 Disco.

blu-ray

L'Angelo azzurro
2014 - Terminal Video
Contiene 2 Ore e 4 Minuti di contenuti su 1 Disco.

dvd

L'angelo azzurro
2021 - A e R Production
Contiene 1 Ora e 44 Minuti di contenuti su 1 Disco.

Tutti gli home video

News e articoli

  • Berlino 2012: Happy Birthday, Studio Babelsberg

    Berlino 2012: Happy Birthday, Studio Babelsberg

    Una retrospettiva dedicata ai prestigiosi studi cinematografici tedeschi animerà la manifestazione berlinese che si terrà dal 9 al 19 febbraio 2012.

  • Sternberg, l'angelo (azzurro) di Marlene Dietrich

    Sternberg, l'angelo (azzurro) di Marlene Dietrich

    L'Angelo azzurro, ovvero l'inizio del mito. Marlene Dietrich, qui al suo primo grande film, diventa grazie a Sternberg una delle icone cinematografiche più idolatrate di tutti i tempi.

  • Recensione L'Angelo azzurro (1930)

    Recensione L'Angelo azzurro (1930)

    Gli ultimi echi dell'espressionismo si avvertono nel progressivo decadimento morale del vecchio Professor Rath e nella perfetta incarnazione del male, in un'ottica misogina e decadente, da parte dell'immortale Lola Lola.