Maccio Capatonda, voce di Pupazzi senza gloria: “Sono vendicativo, non conosco il perdono”

Maccio Capatonda è la voce italiana di Phil Phillips, detective di pezza protagonista di Pupazzi senza gloria, impegnato in un'indagine insieme a Melissa McCarthy.

Pupazzi Senza Gloria Melissa Mccarthy

Pelle, anzi stoffa, blu, ciuffo ribelle, linguaggio scurrile e un lavoro difficile: il detective Phil Phillips è un duro, anche se, in quanto pupazzo, è imbottito di morbida lana. Protagonista di Pupazzi senza gloria, film di Brian Henson nelle sale italiane dal 18 ottobre, Phil in originale ha la voce calda del comico Bill Barretta, mentre nella versione italiana è doppiato da Maccio Capatonda.

Leggi anche: The Generi: l'odissea comica di Maccio Capatonda

Il Maccio furioso

Abbiamo incontrato l'attore a Roma, dove gli abbiamo chiesto se secondo lui, quando subiamo un torto grave, bisogna cercare vendetta come fa Phil Phillips nel film, o se bisogna sforzarsi di perdonare. A quanto pare bisogna stare attenti a come ci comporta con Capatonda: Maccio non perdona! "Purtroppo anche io sono abbastanza vendicativo" ci ha detto, proseguendo: "Non conosco il perdono, perché perdonare sembra, in certi casi, una sconfitta. Anche se forse saper perdonare potrebbe essere una vittoria. Phil, nel film, supera il suo trauma rivivendolo e non facendo lo stesso errore. Io sono a favore del perdono, ma devo ancora lavorare su me stesso per accettarlo: forse dovrò fare un viaggio in Tibet o in Sud America, prendere delle droghe sciamaniche e forse poi potrò imparare a perdonare, soprattutto me stesso. Il problema del perdono è soprattutto su te stesso: tu sbagli e dici, cavolo, ho sbagliato! Quindi pensi di non andare bene e ti colpevolizzi. Perdona te stesso e perdonerai il mondo."

Leggi anche: Mariottide: Maccio Capatonda e il ritorno del suo "eroe post-modesto dalla sfiga estrema"

La nostra intervista a Maccio Capatonda

Maccio Capatonda, voce di Pupazzi senza gloria:...
Cinecittà World
Cinecittà World

Mostra i vecchi commenti

Da Mariottide a Quel bravo ragazzo, l'intervista a Maccio Capatonda e Herbert Ballerina
Mariottide: Maccio Capatonda e il ritorno del suo “eroe post-modesto dalla sfiga estrema”