Io, tu, lui e lei, la recensione: cose a quattro su Netflix

La recensione di Io, tu, lui e lei, film drammatico-romantico di matrice tedesca e disponibile in esclusiva su Netflix.

RECENSIONE di 15/10/2021
Io Tu Lui E Lei 2
Io, tu, lui e lei: un momento del film

Con la recensione di Io, tu, lui e lei, nuovo film originale di Netflix, ci riavviciniamo al ramo teutonico delle produzioni della piattaforma di streaming. Un ramo che, dal 2017 a oggi, ha generato titoli variegati e molto interessanti, che mettono in evidenza la versatilità creativa e produttiva della Germania, che solo nel 2021 ha realizzato ben quattro lungometraggi per Netflix. Questo è il quarto, e il primo a non appartenere alla cerchia di genere, dopo tre incursioni nel mondo della suspense in ottica thriller e/o horror. Qui abbiamo a che fare con un dramma dai toni romantici, dove le dinamiche di coppia odierne vengono messe a nudo attraverso il destino incrociato di quattro individui coinvolti in un curioso esperimento sociale. Esperimento che potrebbe fare breccia nei cuori degli utenti europei di Netflix, curiosi di esplorare nuovi territori geografici e linguistici alle prese con strutture narrative a cui siamo abituati in ambito angloamericano.

La casa della discordia

Io Tu Lui E Lei 6
Io, tu, lui e lei: un'immagine

Io, tu, lui e lei è la storia di due coppie: Ben (Louis Nitsche, già apparso in un ruolo minore in Isi & Ossi, altro film tedesco di Netflix) e Janina (Nilam Farooq), e Nils (Jonas Nay, protagonista della miniserie Deutschland 83 e dei suoi due seguiti) e Maria (Paula Kalenberg). Quattro settimane prima degli eventi del lungometraggio, i quattro amici hanno accettato di provare a fare uno scambio di partner della durata di un mese, con un'unica regola: niente sesso. Al termine dello scambio, si trovano in una casa sul mare per scambiarsi i pareri su ciò che hanno vissuto e su come questo abbia eventualmente fatto capire delle cose sui rispettivi rapporti di coppia prima dell'esperimento. Quella che doveva essere una serata di conversazioni tra amici diventa presto una situazione conflittuale, quando emerge che forse la regola di cui sopra non è stata rispettata, e a quel punto la discussione pacifica cede il posto a battibecchi che fanno emergere vecchi rancori e segreti, mettendo alla prova non solo le relazioni sentimentali dei quattro protagonisti, ma anche il loro rapporto d'amicizia. Come usciranno da quella casa, una volta svelato tutto ciò che non avevano per forza intenzione di raccontare quando si sono dati appuntamento lì?

86 Film da guardare su Netflix - Lista aggiornata a ottobre 2021

Quattro personaggi in cerca d'amore

Io Tu Lui E Lei 3
Io, tu, lui e lei: una scena foto del film

Proprio nello stesso periodo in cui il film debutta su Netflix, nelle sale tedesche, dopo il passaggio in anteprima mondiale al Festival di Zurigo, c'è la commedia It's Just a Phase, Honey, dove si parla della crisi di mezza età, sorta di contraltare al ménage à quatre messo in scena da Florian Gottschick che vuole invece esplorare le vite dei trentenni all'epoca dei social, delle interazioni a distanza (il film è stato girato durante la pandemia, come confermato da alcuni degli errori sul set mostrati durante i titoli di coda) e dello sdoganamento, senza particolari connotazioni tabù, di concetti come il poliamore (quest'ultimo vero argomento di discussione tra i protagonisti, con la distinzione tra poliamore e poligamia per quanto riguarda la nozione del tradimento). È un mondo sempre più frammentato, che Gottschick porta sullo schermo in modo simpaticamente letterale, usando lo split screen in alcuni punti-chiave per dare corpo ai pensieri e ai sentimenti confusi e spezzati dei quattro personaggi, vulnerabili nel momento in cui occorre parlare faccia a faccia e mettersi a nudo (significativa, da quel punto di vista, la scelta drammaturgica della sauna, tradizionalmente luogo di tranquillità dove si spurgano tossine fisiche e non è previsto che si alzi la voce).

Io Tu Lui E Lei 10
Io, tu, lui e lei: una scena

È un gioco a quattro fra giovani attori talentuosi, ciascuno con la propria specificità che mette al servizio di un copione verboso e accattivante a base di lacrime, risate e riflessioni che incarnano al meglio lo spirito dei tempi in cui viviamo, ivi compreso l'uso della casa come luogo buñueliano da cui sembra impossibile fuggire, dando al tutto una dimensione contemporanea aggiuntiva senza che la pandemia sia esplicitamente parte dell'intreccio. È un racconto dall'impostazione molto teatrale ma che non dà mai l'impressione di essere materiale destinato al palcoscenico, sfruttando il mezzo cinematografico per dinamizzare una premessa a dir poco statica e meditare in modo vivace sull'amore al giorno d'oggi. E lo fa in modo tale da rendere auspicabile che l'algoritmo di Netflix non seppellisca questo dramma più piccolo e intimo nei meandri meno accessibili della piattaforma, dove titoli del genere hanno la sfortunata tendenza a finire.

Conclusioni

Arriviamo alla fine della recensione di Io, tu, lui e lei e sottolineiamo come il sorprendente film tedesco di Netflix racconti in modo intelligente, divertente e toccante le coppie di oggi, attraverso il filtro dei social e l'incapacità di comunicare in modo efficace al di fuori della rete.

Movieplayer.it

4.0/5

Voto medio

3.5/5

Perché ci piace

  • I quattro protagonisti sono tutti ottimi.
  • Le punte di humour accompagnano bene i momenti più seri.
  • L'ambientazione riflette bene lo stato d'animo dei personaggi.

Cosa non va

  • Dispiace un po' non aver potuto vedere in sala alcuni dei momenti più forti.