Il trono di spade 8x01, la recensione: ritrovarsi a Grande Inverno

La recensione de Il trono di spade 8x01, premiere dell'ultima stagione di Game of Thrones incentrata sulle dinamiche tra i personaggi che si trovano tra le mura di Grande Inverno.

RECENSIONE di 15/04/2019
Dany Jongotseason8Trailer 650X366
Il trono di spade, una scena dell'episodio Winterfell con Emilia Clarke e Kit Harington

E così la nostra guardia ha inizio, ancora una volta, per l'ultima volta, con la recensione de Il trono di spade 8x01, primo episodio della stagione finale dello show HBO Game of Thrones accompagnato da un'attesa senza precedenti. Pur essendo per molti versi preparatoria, ossia assolvendo al compito che il più delle volte gli episodi inaugurali della serie tratta dalle Cronache del ghiaccio e del fuoco svolgevano, quello di posizionare i pezzi sulla scacchiera delle principali strategie e sviluppi in fieri, regala almeno un elemento che stravolge completamente gli equilibri narrativi. Per chi non ha visto questa première dell'ottava stagione: attenzione, seguiranno spoiler !

Tocca a Samwell Tarly, un Sam già sconvolto dalla notizia dell'esecuzione della sua famiglia da parte di Daenerys Targaryen, rivelare a Jon Snow la verità sui suoi natali durante il primo episodio de Il trono di spade 8, dal titolo Game of Thrones 8x01: Winterfell (Grande Inverno). "Sei la persona di cui più si fida", dice infatti Bran a Sam, poche ore dopo aver lasciato intuire al "fratello" Jon, in un momento molto toccante, di non essere più il ragazzo che conosceva. Ed è giusto che sia Sam, che è stato la nuova famiglia di Jon dopo l'esilio a Castello Nero, a svelargli l'imponderabile, sconvolgere le sue certezze e il mondo del nostro show.

Il trono di spade: 5 consigli per recuperare la serie partendo da zero (e sopravvivere!)

Un'accoglienza glaciale per la Regina dei Draghi

Il Trono Di Spade Stagione 8 5
Il trono di spade: Emilia Clarke in una scena dell'episodio Winterfell

Ma andiamo con ordine, torniamo sulla soglia di Grande Inverno prima che questa lunga serie di incontri, reunions e conversazioni piene di progetti, tensioni e accenti nostalgici abbia inizio.

Dave Hill, sceneggiatore de Il trono di spade 8x01, e David Nutter, regista, curano con attenzione il parallelo tra l'entrata nel castello di Daenerys Targaryen e Jon Snow e l'arrivo di Re Robert Baratheon nel pilota andato in onda otto anni fa: per richiamare l'innocenza e il punto di vista dei piccoli Arya e Bran, meravigliati dalla pompa regale e curiosi di vedere il sovrano, la regina, il principe, lo Sterminatore di Re e il Folletto, scelgono di seguire un ragazzino senza nome, uno dei pochi in un Grande Inverno imbiancato dalla neve e invecchiato dalla guerra. Arya cede il passo all'entusiasmo del piccolo, ma poi tocca a lei affiancarci nell'assistere all'arrivo del corteo: vediamo accendersi nel suo sguardo l'amore nel vedere Jon, la sorpresa nel vedere Gendry, la solita, strana diffidenza nei confronti del Mastino, e una specie di gioia selvaggia nell'ammirare per la prima volta i draghi di Dany.

Game Of Thrones Final Season 8 Photos Dw
Il Trono di Spade 8: Jorah e Daenerys nell'episdio Winterfell

Lei, la regina nata dalla tempesta, non si sente esattamente accolta come in famiglia dalle sorelle Stark, soprattutto da Sansa, gelida e fiera, ma anche consapevole del fatto che Jon, avendo consegnato il Nord a Daenerys, rischia di perdere il sostegno dei vassalli e del popolo; Arya ritrova in Jon l'amico di sempre, nonostante gli anni di separazione, ma gli ricorda anche il suo ruolo nel "branco" dei metalupi Stark: "Difendo la mia famiglia, e lo stesso fa Sansa." "Anche io sono la vostra famiglia." "Sì, non te lo scordare."

Il trono di spade: i 15 personaggi "minori" che più ci mancheranno

Un cavaliere per Rhaegal

Il Trono Di Spade Stagione 8 Episodio 1
Il trono di spade: Kit Harington con Emilia Clarke nella premiere di stagione, Winterfell

Nel frattempo, tuttavia, il rapporto tra Jon e Dany si consolida nella maniera più spettacolare con un volo di coppia a bordo di Drogon e Rhaegal: ne Il trono di spade 8x01 vedere Jon cavalcare il drago che deve il nome al suo vero padre, pensando a quello che sta per essere rivelato, è una cosa particolarmente soddisfacente per i fan dello show e per i lettori di George R.R. Martin. La sequenza del volo in sé e il momento romantico che segue non avrebbero poi tutto questo impatto scenico se non fosse per la bellezza dei paesaggi che gli innamorati sorvolano e per la bellezza delle creature che non abbiamo mai visto tanto in dettaglio: Drogon "geloso" magari non fa ridere come avrebbero voluto gli sceneggiatori, ma di sicuro è magnifico, e la sa più lunga di Dany e Jon.

Got S8 Firstlook 03
Il Trono di Spade 8: John Bradley nell'epispdio Winterfell

A nessuno dei due, infatti, viene in mente di domandarsi come mai Rhaegal si lasci cavalcare da un bastardo del Nord, ma sono innamorati, e sono giovani, come rilevano i tre "matusa" Davos, Varys e Tyrion impegnati a fare piani per il futuro dei sette Regni. Se non bastassero le parole di Varys a gelarci il sangue, a ricordarci la crudeltà e l'asprezza del mondo de Il trono di spade c'è Samwell Tarly che viene raggiunto da Dany e Ser Jorah che intendono ringraziarlo per aver guarito Mormont dal Morbo Grigio, e si rendono conto solo in seguito delle orrende notizie che hanno da dargli: con gli occhi ancora pieni di lacrime e un cuore devoto, Sam deve dire a Jon che spetta a lui la corona della donna che gli ha arrostito padre e fratello. E a questo punto tocca a Kit Harington fare vedere di che stoffa è fatto, anche se chi lo ha denigrato fino ad ora non si accorgerà neanche a questo punto delle sue doti attoriali. Kit riesce a far affiorare l'insolubile dilemma che si impossessa di Jon quando viene a sapere la verità sulla sua nascita. Proprio il leggendario onore di Ned Stark è la controprova decisiva del fatto che ciò che gli dice Sam è vero, eppure inaccettabile: è il suo destino, eppure è alto tradimento.

Il Trono di Spade 8, Kit Harington: " Ho pianto quando ho capito che era finita con Jon Snow"

Nord e Sud

Euron Of The Game Of Thrones Season 8 Trailer
Il trono di spade, stagione 8: un'immagine della premiere di stagione, Winterfell

Mentre il rovello della sua discendenza inizia a divorare Jon Snow, l'usurpatrice sul trono di Approdo del Re si rassegna e accoglie nel suo letto l'uomo che le ha portato i ventimila uomini della Compagnia Dorata, ma la compagnia dell'unico personaggio dello show più arrogante e psicotico di lei sembra solo accentuare la sua solitudine; nel primo episodio de Il trono di spade 8 Cersei forse ha già perso il suo bambino, dato che piange quando Euron le ricorda la gravidanza, ma non ha perso il suo senso di "giustizia della regina", e lo dimostra con il suo messaggio a Bronn: la balestra con cui Tyrion ha ucciso suo padre Tywin, e la consegna di usarla contro entrambi i Lannister sopravvissuti, Folletto e Sterminatore di Re, nel caso del loro ritorno nella Capitale.

Sentimenti fraterni genuini e commoventi emergono, invece, nei cuori freddi e limacciosi dei Greyjoy: così Theon, come Jaime, può tornare a Grande Inverno a completare il suo arco redentivo. Una morte orribile sembra attendere loro e la maggior parte dei personaggi che amiamo, la sequenza nell'Ultima Casa Accogliente, il primo castello a sud della Barriera, dove si ritrovano i sopravvissuti alla distruzione di Forte Orientale e gli ultimi Guardiani della Notte guidati da Edd Tollett, è abbastanza eloquente in proposito. Il messaggio del Re della Notte che l'orrore sta per calare rapissimo e inesorabile sugli amori e sulle speranze, sui ricordi e sui sorrisi.

Conclusioni

La nostra recensione de Il trono di spade 8x01 esplora gli snodi cruciali di un episodio in cui i sopravvissuti di sette sanguinose stagioni convergono verso il fronte di Grande Inverno. Anche se gli sviluppi narrativi non sono moltissimi - come da tradizione di Game of Thrones, la premiere è un episodio preparatorio ricco di dialoghi - i momenti emozionanti per gli appassionati sono numerosi, con una reunion da brividi dopo l'altra. E poi, finalmente, Jon Snow sa qualcosa...

Movieplayer.it

3.5/5

Perché ci piace

  • La fantastica sigla tutta scintillante dopo il makeover, che introduce, forse solo per questo episodio, l'Ultima Casa Accogliente degli Umber.
  • Un cavaliere per Rhaegal!
  • L'ottima gestione da parte di Kit Harington e John Bradley del momento che cambia per sempre il nostro show: la rivelazione sulla "menzogna" di Ned Stark.
  • Le reunion emozionanti sono numerose, ma quella che attendevamo di più (Bran e Jaime) chiude l'episodio con scarica di brividi assicurata.

Cosa non va

  • I soliti cronometristi avranno da ridire sulla velocità con cui Theon riesce a trovare e liberare la sorella, e in effetti è una sottotrama archiviata con efficienza fulminea. "Ciò che è morto non muoia mai", soprattutto col teletrasporto.
  • Tyrion battuto in astuzia e umiliato da Sansa è una cosa che non andrà giù ai fan del Folletto.