Trainspotting

1996, Drammatico

Trainspotting: Danny Boyle preferisce uno spinoff a un terzo sequel

Il regista anticipa che la prossima pellicola potrebbe essere un solo dedicato a uno dei quattro tossici scozzesi.

T2: Trainspotting 2, Robert Carlyle in una scena del film

L'effetto nostalgia è servito. L'arrivo di T2 Trainspotting ha fatto la gioia degli estimatori del cult di Danny Boyle del 1996 e già si parla di un terzo possibile sequel. Ma il regista inglese ha messo le mani indicando chiaramente la sua preferenza.

T2 Trainspotting è tornato a raccontare le gesta di Mark "Rent" Renton, Sick Boy, Spud e Begbie ispirandosi in parte a Porno, romanzo dell'autore di Trainspotting Irvine Welsh. Secondo Danny Boyle ci sarebbe, però, un altro libro di Welsh che meriterebbe di trovare la via del grande schermo: "Irvine Welsh torna a parlare di questi personaggi in vari modi, in diversi romanzi. Compaiono come figure casuali ognuno nella storia dell'altro - lo chiamiamo il piccolo Marvel universe di Irvine."

Il romanzo che Danny Boyle trova più cinematografico è The Blade Artist, uscito lo scorso anno e incentrato sulla violenza e volatile esistenza di Begbie tra i due film, mentre risiede con la famiglia in California facendo lo scultore. "E' un solo. Credo che Robert Carlyle adorerebbe interpretarlo perché è una svolta interessante sul personaggio. Potremmo farne un film, ma non lo chiameremmo T3 perché non è un sequel, anche se gli altri personaggi compariranno. E' una storia singola, lo potete definire spinoff. The Blade Artist è una grande lettura".

Leggi anche: T2 Trainspotting: noi, tossici della nostalgia

Danny Boyle non è però sicuro di voler dirigere la pellicola stand-alone su Begbie, sopratutto vista la fine fatta dal personaggio in T2 Trainspotting: "Non lo so, davvero. Sono affezionato a tutti e quattro. Per le persone il protagonista di Trainspotting è Renton, ma io non l'ho mai visto così, pur essendo sua la voiceover. Per me è un film corale e mi piace portare avanti questa idea."

Cosa ne pensa Robert Carlyle? L'attore sembra aperto alla possibilità di tornare per la terza volta nei panni di Begbie: "Ne abbiamo parlato e io ci sto. Forse non abbiamo ancora visto tutto quello che c'è da sapere su Begbie. T2 non ha esaurito l'argomento, è un personaggio fortemente emotivo. E' capace di altri sentimenti oltre alla rabbia, così sono soddisfatto che questo aspetto di Begbie sia già stato esaurito per passare ad altro."

Continua a seguirci su Facebook, Twitter, Instagram, Youtube, Google+ e Telegram per aggiornamenti, notizie, e curiosità su film e serie TV!

Trainspotting: Danny Boyle preferisce uno spinoff...
Ewan McGregor: "Dopo Trainspotting, per anni ho fatto foto ai gabinetti"
Trainspotting, un cult in 5 ricordi: volare basso insieme ai supereroinomani
Privacy Policy