Cinquanta sfumature di grigio

2015, Drammatico

I trailer della settimana, Wild e The Cobbler

Tra il fantasy Insurgent e il piccante Cinquanta sfumature di grigio, spicca anche la prima clip di Magic in The Moonlight e l'indipendente Song One.

Nonostante il tanto cercare e scrutare tra storie e generi diversi, questa settimana sembra proprio che i trailer scelti non siano attraversati da un filo rosso destinato ad unirli. Che sia a causa di un misterioso effetto Interstellar? Non ci è dato saperlo, certo è che l'attenzione è concentrata su due pellicole completamente diverse, destinate comunque a far parlare molto di se. La prima è Insurgent, secondo capitolo della saga fantasy iniziata con Divergent e tratta dai romanzi young adult di Veronica Roth. Anche in questo sequel ritroviamo la protagonista Shailene Woodley alle prese con un mondo futuribile distopico e post-apocalittico. Se siete degli appassionati del genere a questo link potete trovare la news dettagliata e il teaser trailer italiano del film diretto da Robert Schwentke. Nel cast anche Kate Winslet, Mekhi Phifer, Naomi Watts, Octavia Spencer e Maggie Q.

Con Cinquanta sfumature di grigio si cambia atmosfera. L'atteso film tratto dal romanzo erotico di E.L. James, si prepara con il nuovo anno a soddisfare le curiosità delle fan più accanite. Nel frattempo, tanto per intensificare l'attesa, è stato presentato il trailer italiano che, sicuramente solleverà alcune domande. Una, però, supera di gran lunga le altre; Jamie Dornan sarà all'altezza della fama letteraria di Christian Grey? Giudicate voi, dopo aver visto il trailer a questo link.

Come sempre, poi, si lascia spazio anche ad altri titoli come The Cobbler, diretto da Tom McCarthy e con un Adam Sandler in vesti drammatiche, e Song One, film drammatico interpretato da Anne Hathaway ritornata dall'interspazio. A loro si aggiungono anche Magic In The Moonlight e Wild, due titoli che avranno il compito di arricchire il programma del prossimo e imminente Festival di Torino.

The Cobbler

Non fatevi illudere dalle apparenze, nonostante la presenza di Adam Sandler questo film non è affatto una commedia demenziale. A farlo uscire per primo dai suoi panni comici è stato Paul Thomas Anderson con Ubriaco d'amore, oggi, dopo alcuni anni di distanza, ci riprova in parte Tom McCarthy dirigendolo in una favola agrodolce. Qui, infatti, Sandler veste i panni di un calzolaio disilluso dalla vita che, però, torna a guardare il mondo con occhi nuovi dopo aver trovato in cantina un cimelio molto particolare. Si tratta di una vecchia macchina da cucire che, grazie ai suoi poteri speciali, riesce a mettere l'uomo letteralmente nelle scarpe dei suoi clienti, offrendogli uno punto di vista personale e intimo all'interno delle loro esistenze. Il film è stato presentato al Festival di Toronto dove non ha ricevuto grandi apprezzamenti nonostante la presenza di un cast importante formato da Ellen Barkin, Melonie Diaz, Steve Buscemi e Dustin Hoffman.

Song One

E dopo essere stata diretta da un autore come Nolan, Anne Hathaway non disdegna il cinema indipendente diventando la protagonista di Song One, opera prima diretta da Kate Barker-Froyland. Già passato al Sundance, da sempre vetrina preferita per i prodotti indipendenti, il film ha la struttura narrativa di un dramma con una colonna sonora d'eccezione. La Hathaway, infatti, veste i panni di una giovane archeologa costretta a tornare a casa dopo l'incidente del fratello. Per svegliarlo dal suo coma, la ragazza è decisa a fare di tutto. Anche fargli ascoltare dal vivo la musica del suo cantante preferito. Il protagonista maschile è interpretato da Johnny Flynn, voce dei Johnny Flynn And The Sussex Wit. Ovviamente il coinvolgimento romantico è dietro l'angolo. Il film uscirà negli Stati Uniti il 23 gennaio.

Magic In The Moonlight

Locandina di Magic In The Moonlight

Cosa succede quando un illusionista razionale e scettico come Colin Firth incontra una giovane medium con il sorriso di Emma Stone? Sicuramente, qualunque sia il finale, si prevedono schermaglie dialettiche ad alto livello di ironia ed un improvviso cambio di prospettive. Almeno questo è quanto può accadere se si è protagonisti di un film di Woody Allen dove l'immaginario cinematografico gioca, con finta leggerezza, con l'illusione della realtà e la strabiliante concretezza dell'amore. Attraverso Magic in The Moonlight il regista newyorkese torna ad esplorare le possibilità narrative di una ambientazione francese. Questa volta, però, ad essere fotografata nel suo splendore non è Parigi, come in Midnight in Paris, ma la Riviera che fa capolino già nel trailer. Un piccolo assaggio in attesa del film che uscirà in sala il 4 dicembre.

Wild

Chiude questa carrellata e il Festival di Torino, che si terrà dal 21 al 30 novembre, il film diretto da Jean-Marc Vallée con protagonista Reese Witherspoon. Sceneggiata da sceneggiato da Nick Hornby, la vicenda prende spunto da Wild - Una storia selvaggia di avventura e rinascita scritto da Cheryl Strayed. Dopo la fine traumatica del suo matrimonio e la morte della madre, Cheryl decide di intraprendere un lungo e solitario viaggio attraverso gli Stati Uniti d'America per ritrovare se stessa. In questa attraversata avventurosa e formativa, la donna si ritrova ad affrontare le bellezze e i pericoli della natura selvaggia. Il film, presentato al festival di Toronto e di Londra, ha ottenuto grandi consensi.

Per una panoramica completa su tutti i trailer usciti negli ultimi giorni, vi segnaliamo questo link

I trailer della settimana, Wild e The Cobbler
Privacy Policy