Lo straordinario viaggio di T.S. Spivet

2014, Avventura

3.1
Lo straordinario viaggio di T.S. Spivet (2014)
Genere
Avventura, Drammatico, Ragazzi
Durata
Regista
Uscita ITA

T.S. Spivet vive nel Montana in un ranch isolato da tutto insieme alla sua famiglia. E' un ragazzino davvero curioso, grande appassionato di cartografia e di scienza in generale. Quando lo Smithsonian Instite di Washington lo chiama per comunicare che ha vinto un importante riconoscimento per l'invenzione della macchina a moto perpetuo, T.S. lascia un biglietto alla sua famiglia e salta su un treno per andare alla premiazione e a fare il suo discorso di ringraziamento. Nessuno sa però che l'inventore è in realtà è un bambino di dieci anni.



Lo straordinario viaggio di T.S. #Spivet è una gioia per gli occhi che però non riesce ad emozionare completamente
Perché ci piace
  • Uno straordinario protagonista bambino che potrebbe essere il fratellino di Amélie Poulain, sognatore ad occhi aperti con la sua filosofia del “mi piace” e “non mi piace”.
  • E a proposito cari sognatori, Jeunet è il vostro regista! Con l'estetica da cartoon che si sposa con il suo mondo traboccante di fantasia e immaginazione.
  • Straordinario spettacolo per gli occhi, con trovate e feticci spesso irresistibili e un 3D nativo che rasenta l'eccellenza.
Cosa non va
  • Malignamente si potrebbe dire che Jeunet è più interessato a fotografare i paesaggi del Montana che le malinconie del protagonista soffocate da troppi tramonti rosa.
  • Nel tentativo di catturare il cuore oltre che gli occhi dello spettatore, il film ricerca la lacrima facile ed eccede con qualche romanticheria di troppo.
  • Consueta galleria di personaggi strambi, “a chi piace cosa e perché”... Jeunet non teme di riproporsi sempre uguale, ma qualcuno alla lunga potrebbe stufarsi.

Le vostre recensioni