Dove eravamo rimasti

2015, Drammatico

2.9
Dove eravamo rimasti (2015)
Genere
Drammatico, Musicale
Durata
Regista
Uscita ITA

Ricki Rendazzo, rockstar cinquantaquattrenne e divorziata, ha una relazione col suo chitarrista Greg ma ha paura di impegnarsi. Un giorno, il suo ex marito Pete la chiama informandola che sua figlia Julie sta vivendo un difficile periodo, da quando il marito Max l'ha lasciata per un'altra donna. Ricki decide così di partire per Chicago per andare a incontrare dopo anni la figlia, ma l'accoglienza è gelida. Riallacciare le fila dei rapporti spezzati tanti anni prima non sarà affatto facile.



#DoveEravamoRimasti La voce di #MerylStreep è graffiante quanto la sua performance. La leonessa ruggisce ancora
Perché ci piace
  • Solo Meryl Streep è in grado di indossare attillati pantaloni di pelle e maglie trasparenti a 66 anni con la stessa grinta di una ragazzina.
  • Tutti i tentativi della sceneggiatura di mettere in cattiva luce il personaggio della sua rockettara attempata, immatura, inaffidabile e repubblicana falliscono di fronte alla sua irresistibile simpatia.
  • La voce graffiante di Meryl che esegue My Love Will Not Let You Down di Bruce Spingsteen vale da sola tutto il film.
Cosa non va
  • Il finale troppo ottimista cosparge di un sapore zuccheroso una commedia poco indulgente, ma il talento di Jonathan Demme nel riprendere le performance musicali è tale che gli perdoniamo anche l'happy end.
  • Mamie Gummer sfodera una performance troppo rabbiosa e priva di grazia. Per raggiungere la madre, la strada è ancora lunga.

Le vostre recensioni