Tra chitarristi fiammeggianti e coreografie elaborate: i migliori momenti musicali al cinema nel 2015

In un'ottima annata per gli appassionati di musica e cinema, dieci sequenze hanno lasciato il segno in questi ultimi dodici mesi, scopriamo insieme quali!

Tra chitarristi fiammeggianti e coreografie...
Pitch Perfect 2: Anna Kendrick canta con Hailee Steinfeld in una scena del film musicale

Il mondo del cinema, nel 2015, ha regalato molte soddisfazioni agli amanti della musica grazie ad alcuni titoli che hanno saputo fondere nel modo migliore le due forme artistiche: Straight Outta Compton, dedicato all'ascesa dei N.W.A., è riuscito ad esempio a fondere quasi alla perfezione la narrazione e l'utilizzo dei brani che hanno portato al successo del gruppo rap, mentre Pitch Perfect 2 ha offerto delle performance canore divertenti e spettacolari tra dichiarazioni d'amore e scontri in note, e il mondo dei dj è stato al centro dell'ottimo Eden di Mia Hansen-Løve e del deludente We Are Your Friends. Non si possono nemmeno dimenticare le coreografie hot e l'ironico utilizzo di una delle canzoni più famose dei Backstreet Boys in Magic Mike XXL, i momenti emozionanti di Quel fantastico peggior anno della mia vita sulle note di Brian Eno o le ottime scelte compiute per accompagnare i passaggi più importanti della trama di Giovani si diventa.

Straight Outta Compton: Neil Brown Jr., Aldis Hodge, Corey Hawkins, Jason Mitchell e O'Shea Jackson Jr. in un'immagine del film
Negli ultimi dodici mesi, inoltre, nelle sale sono arrivate dei documentari di buon livello come Janis e Amy - The Girl Behind the Name, che hanno raccontato pagine private della vita di due delle artiste più amate degli ultimi decenni. Quando si tratta di stilare una classifica dei momenti musicali più emozionanti e riusciti a cui si è assistito in una sala cinematografica negli ultimi dodici mesi diventa quindi piuttosto complicato scegliere, avendo così tanto materiale a disposizione in grado di enfatizzare gli eventi più importanti della trama dei film in modo incredibilmente efficace, lasciando un segno nella memoria degli spettatori.

Leggi anche: Speciale 2015, celebriamo il meglio del cinema e delle serie TV

Con la consapevolezza che ci saranno sicuramente delle assenze significative, ecco una classifica delle scene da rivedere e riascoltare:

10. Il dono di nozze in Dove eravamo rimasti

Dove eravamo rimasti: Meryl Streep nella prima immagine ufficiale del film di Jonathan Demme

Il film con protagonista Meryl Streep nel ruolo di una rocker che cerca di riallacciare i rapporti con i suoi figli regala molti momenti da non perdere, tra cui anche una cover di Bad Romance di Lady Gaga, tuttavia è la sequenza finale sulle note di My love will not let you down di Bruce Springsteen a divertire, emozionare e commuovere un po', essendo il regalo di matrimonio sentito e veramente indimenticabile fatto da una madre al proprio figlio, sequenza che riflette in modo perfetto la personalità della protagonista e i suoi sentimenti.

Leggi anche: Dove eravamo rimasti: Meryl Streep è una rocker repubblicana, ma piace lo stesso

9. Lo scontro di Ant-Man sulle note dei Cure

Nel film Ant-Man della Marvel viene utilizzata la musica dei The Cure in modo veramente originale: in un'epica scena di lotta tra il protagonista interpretato da Paul Rudd e il Calabrone, ruolo affidato a Corey Stoll. Durante lo scontro il nemico di Scott Lang gli urla "Ti disintegrerò" e sul cellulare Siri interpreta le parole come un ordine, facendo iniziare l'esecuzione del brano Disintegration. Pur essendo un breve passaggio, l'effetto finale è ironico e spettacolare.

Leggi anche: Ant-Man: i 5 momenti imperdibili del nuovo film Marvel

8. La coreografia di Un disastro di ragazza sulle note di Uptown girl

Un disastro di ragazza: Amy Schumer balla in una scena del film

Nella commedia sopra le righe con protagonista l'attrice Amy Schumer una delle sequenze più esilaranti e, persino romantica all'interno di un lungometraggio a tratti fin troppo eccessivo, è la coreografia sulle note della canzone Uptown Girl di Billy Joel danzata sul campo da basket da un gruppo di cheerleader e da una goffa Amy con la speranza di riconquistare l'uomo che ama. Impossibile non provare simpatia, e un po' di empatia, nei suoi confronti.

Leggi anche: Un disastro di ragazza: la commedia è femmina e non teme il sesso

7. L'ironia in musica di Sopravvissuto - The Martian

La colonna sonora del film diretto da Ridley Scott è una delle più irresistibili dell'anno, grazie alla disco music che l'astronauta Mark Watney (Matt Damon) ascolta nelle sue giornate trascorse da solo su Marte. Se la sequenza sulle note Starman di David Bowie è sicuramente efficace e suggestiva grazie alla sua aderenza con la trama, è però l'utilizzo di Hot Stuff interpretata da Donna Summer ad avere l'effetto più divertente e trascinante.

Leggi anche: Sopravvissuto - The Martian: tra anni Settanta e composizioni epiche, un'affascinante esperienza musicale

Contenuto pubblicitario

6. Mad Max: Fury Road e l'epico chitarrista fiammeggiante

Inutile ricordare quanto Mad Max: Fury Road sia visivamente incredibile e spettacolare, risultato ottenuto anche grazie a una colonna sonora di grande impatto. Uno degli elementi più interessanti e sicuramente indimenticabili è il chitarrista fiammeggiante che accompagna con la sua performance l'adrenalinico inseguimento, un elemento che arricchisce il film diretto da George Miller e ne enfatizza l'atmosfera con grande energia.

Leggi anche: Mad Max: Fury Road: i 5 elementi più sorprendenti

5. Le protagoniste di Diamante nero cantano Diamonds di Rihanna

La cantante Rihanna ha concesso ai produttori i diritti per utilizzare la sua hit Diamonds nel film diretto da Céline Sciamma e il risultato è una delle migliori scene viste sul grande schermo negli ultimi dodici mesi. Il testo che si adatta alla perfezione alla serata vissuta dalla giovane Marieme insieme alle sue amiche e alle emozioni delle ragazze, la regia attenta e la naturalezza delle protagoniste permettono infatti alla sequenza di ricreare l'atmosfera spensierata dell'adolescenza, ricca di speranza e positività.

Leggi anche: Diamante nero, una clip esclusiva del film di Céline Sciamma

4. L'addio a Paul Walker sulle note di See You Again in Fast & Furious 7

Fast & Furious 7: Paul Walker in un momento di pausa dal set gioca con la figlia di Vin Diesel

La morte dell'attore Paul Walker ha lasciato un grande vuoto tra gli appassionati di cinema e tra i suoi colleghi. L'omaggio in musica realizzato per la sequenza finale di Fast & Furious 7, l'ultimo film realizzato dalla star, è uno dei brani originali in profumo di Oscar e non sarebbe affatto un premio immeritato grazie a un testo che racchiude il senso di famiglia che contraddistingue i lungometraggi del franchise e la commozione di dover addio a un vero amico. Una canzone, quella di Wiz Khalifa, che lascia il segno ed emoziona fin dal primo ascolto.

Leggi anche: Fast & Furious 7: l'adrenalinica ed emozionante colonna sonora del film

3. Il ballo di Oscar Isaac in Ex Machina

In un film dall'atmosfera ricca di tensione come Ex Machina non ci si aspetterebbe un momento danzato, eppure Alex Garland hs inserito un'indimenticabile sequenza coreografata. Il ballo di Nathan e Kyoko, nella sua quasi totale assurdità, colpisce per il modo in cui fa emergere la personalità contradditoria dell'inventore, interpretato da un convincente Oscar Isaac. La coreografia sulle note di Get Down Saturday Night di Oliver Cheatham diventa così quasi disturbante ma assolutamente trascinante.

Leggi anche: Ex Machina: quando la fantascienza racconta l'essere umano

2. Lo scontro di Mission: Impossible - Rogue Nation all'Opera

I film di Mission: Impossible hanno già in passato regalato sequenze in cui la colonna sonora e le immagini si fondevano alla perfezione, basta pensare al sensuale e affascinante flamenco sulle note di uno dei brani composti da Hans Zimmer per Mission: Impossible II. In Rogue Nation è invece l'aria Nessun dorma tratta dalla Turandot di Puccini a sottolineare ogni passaggio di quanto avviene a teatro, tra spari mascherati dalla musica e tentativi di omicidio che si scontrano con la missione di Ethan Hunt.

Leggi anche: Mission: Impossible - Rogue Nation: 5 cose che potreste non aver notato

1. L'addio all'infanzia in Inside Out

Inside Out: l'irresistibile Bing Bong

Il film della Pixar Inside Out ha saputo conquistare tutti con il suo racconto di quanto accade nella mente della piccola Riley dopo essersi trasferita in una nuova città con i suoi genitori.
Uno dei momenti più commoventi è accompagnato dalla divertente canzone che ha sempre contraddistinto Bing Bong, l'amico immaginario con cui Riley giocava da piccola. La sequenza in cui Gioia e il simpatico personaggio cercano di salvarsi dall'oblio in cui finiscono i ricordi da eliminare sottolinea il definitivo addio alla spensieratezza dell'infanzia nel momento in cui Bing Bong sceglie di sacrificarsi per permettere a Gioia di riuscire a tornare in superficie, cantando felice. L'allegro brano crea un contrasto dolce ed emozionante con la tensione del momento - ben sottolineata da una delle composizioni strumentali di Michael Giacchino - e la tristezza dell'uscita di scena di Bing Bong, che chiede a Gioia di portare la sua amica sulla luna per lui. Il risultato finale è una scena che è veramente difficile da dimenticare.

Leggi anche: Inside Out e i capolavori Pixar: il bisogno di essere tristi per imparare ad essere umani

Le star del 2015: da Chris Pratt a Tarantino, ecco chi ha lasciato il segno
Tra film e serie TV: le frasi cult di questo 2015
Privacy Policy