Venezia 2020: il sito per le prenotazioni film sotto attacco hacker

Il direttore della Mostra del Cinema di Venezia Alberto Barbera svela che il black-out del sito ufficiale in cui si prenotano i film sarebbe dovuto a un attacco hacker.

NOTIZIA di 31/08/2020

Il sito web per accedere alle prenotazioni dei film di Venezia 2020 sarebbe stato bloccato da un attacco hacker. A confermare la notizia è lo stesso direttore artistico della Mostra Alberto Barbera via Twitter.

Le norme anti-COVID imposte per lo svolgimento di questa edizione della Mostra del Cinema di Venezia hanno costretto non solo a una drastica riduzione nel numero di accreditati e spettatori, ma costringono la stampa a prenotare il posto per le proiezioni a loro riservate.

Dopo l'apertura delle prenotazioni, però, il sito è andato in tilt, mandando nel panico gli operatori del settore. Interpellato su Instagram, Alberto Barbera ha svelato che si sarebbe trattato di un attacco hacker al sito ufficiale.

"Pare che il sito sia stato oggetto di un attacco di hacker!" ha scritto il direttore della Mostra, Alberto Barbera, su Instagram rispondendo a un follower che ieri lamentava come il sito per le prenotazioni fosse "in crash da un bel po'".

Lo scambio tra l'utente e il direttore della mostra è avvenuto sotto una riflessione su questa edizione così particolare del festival veneziano pubblicata dallo stesso Barbera sul suo profilo Instagram: "Si poteva non fare la Mostra? Sì. Si doveva evitare di farla? Forse sì... Per noi, la risposta giusta è: non si poteva non farla. Fra tre giorni si parte. Seguiteci con affetto e sosteneteci con generosità. Fa bene far bene al cinema".

Venezia 2020, ecco il muro anti-COVID sul red carpet della mostra del cinema