Stefano Di Marino: morto a 60 anni l'autore di romanzi pulp e di spionaggio

Lo scrittore Stefano Di Marino è morto suicida il 6 agosto 2021 all'età di 60 anni: nel corso della sua prolifica carriera, è stato autore di romanzi pulp e di spionaggio

NOTIZIA di 06/08/2021

Stefano Di Marino è morto suicida all'età di 60 anni il 6 agosto 2021. Nel corso della sua prolifica carriera, lo scrittore aveva pubblicato numerosi romanzi pulp e di spionaggio sotto svariati pseudonimi.

Stefano Di Marino è morto suicida a Milano ed è stato trovato la mattina del 6 agosto 2021, in strada, nei pressi della sua abitazione di in via Cagliero, dove viveva da solo. In casa, gli agenti della Polizia di Stato hanno rinvenuto un biglietto nel quale l'uomo avrebbe spiegato le ragioni del gesto estremo. Nato a Milano nel 1961 e laureato in giurisprudenza, nel 1989 entra nella redazione di Urania per poi iniziare a lavorare come traduttore e autore, interessandosi principalmente di narrativa d'intrattenimento e saggistica dedicata ai generi, spaziando dal romanzo al racconto al cinema, passando per i fumetti.

Nel corso della sua prolifica carriera, Stefano Di Marino ha usato gli pseudonimi più diversi perché, come scrisse lui stesso nel suo blog: "L'editoria italiana allo stato attuale non permette a uno scrittore Pulp di pubblicare continuativamente con il suo nome italiano". E allora ecco Stephen Gunn, Frederick Kaman, Xavier LeNormand, Etienne Valmont e diversi altri. È come Stephen Gunn che firma, infatti, gli oltre cento romanzi della serie Il professionista, la sua opera di maggior successo, pubblicata da Mondadori sulle pagine di Segretissimo e dei suoi Speciali. Per la stessa collana ha creato anche la serie di Vlad, mentre con altri editori ha pubblicato le serie di Jasmine la regina dei gitani, Julius Colleoni e Bas Salieri.

A porgere i suoi omaggi a Stefano Di Marino è stata anche la Sergio Bonelli Editore, con cui lo scrittore ha collaborato in qualità di soggettista de Il taglio a nove mani, storia con protagonista Martin Mystère pubblicata nell'Almanacco del Mistero 1993. Nonostante la collaborazione di Di Marino con la Sergio Bonelli Editore sia stata limitata a una mera parentesi, la casa editrice di Via Buonarroti si è stretta attorno alla famiglia dell'autore e ha porto le sue più sentite condoglianze.