Facebook

Ralph Macchio ricorda i suoi anni più duri da cui ha tratto il suo "stile di vita modesto"

Parlando del suo recente libro di memorie in un'intervista, Ralph Macchio si è aperto riguardo alla sua vita e carriera, parlando anche dei suoi anni più difficili.

Ralph Macchio ricorda i suoi anni più duri da cui ha tratto il suo "stile di vita modesto"

Nel corso di una recente intervista con The Hollywood Reporter Ralph Macchio, celebre in tutto il mondo per il suo ruolo in Karate Kid - Per vincere domani, si è aperto in merito alla sua storia come attore e alla sua carriera, parlando anche dei momenti più difficili cui ha dovuto far fronte, da cui ha imparato a vivere seguendo uno stile di vita modesto.

L'intervista si è svolta in occasione dell'uscita del libro di memorie scritto dall'attore, dal titolo Waxing On: The Karate Kid and Me, con Ralph Macchio che ha specificato: "Volevo scrivere un libro di memorie molto specifico su com'è stato camminare in queste scarpe, raccogliendo storie davvero belle e mai raccontate prima di questo viaggio di 40 anni che si sta ancora scrivendo".

Cobra Kai: il sequel di Karate Kid "ha il suo equilibrio" e arriva su Netflix

Cobra Kai 4 07
Cobra Kai 4: Ralph Macchio e Xolo Maridueña in una scena della quarta stagione

Parlando quindi, del successo economico derivato da Karate Kid, seguito dalla successiva ricerca di nuovi lavori, Ralph Macchio ha ricordato alcuni momenti particolari:

"Ascoltate, ne parlo nel libro, ho avuto degli anni difficili e momenti dopo Mio cugino Vincenzo in cui il mio nome era uscito dalle liste degli studios. Anche la parte in questo film è stata difficile da ottenere perché non ero più in quelle liste. Ma sono riuscito in qualche modo a tenere un piede dentro e uno fuori. È tutta una questione di equilibrio. Per me, si trattava di mettere insieme un po' di lavoro e sopravvivere durante quegli anni di magra. Si trattava di non spendere troppi soldi e di vivere modestamente per un po'. Vivo ancora abbastanza modestamente, a dire il vero. Ecco chi sono."

Nel libro, ovviamente, l'attore racconta se stesso cercando di rivelare sia curiosità sui film che lo hanno reso più noto, sia riguardo al suo stesso mestiere, contestualizzando il tutto negli anni in cui era più giovane, per poi crescere e cambiare.