Raffaella Carrà morta per il vaccino: le teorie no vax sono un fantasy

I No vax nelle ultime ore hanno messo in giro un'ennesima bufala: Raffaella Carrà sarebbe morta per il vaccino ma, naturalmente, si tratta solo di fantasie.

NOTIZIA di 29/08/2021

La morte di Raffaella Carrà ha scatenato i no vax che hanno imputato il decesso della Regina della Tv al vaccino: la teoria fantasy, circolata sul web, è stata alimentata dalle dichiarazioni di Ivano Verra, candidato sindaco di Torino.

Raffaella Carrà è morta a Roma il 5 luglio 2021, quella che per tutti resta la Regina della Tv, era malata da tempo ma non aveva voluto farlo sapere al suo pubblico. Quello che invece Raffa aveva reso noto, era stata la sua decisione di vaccinarsi, non potendo minimamente immaginare che esistesse qualcuno capace di strumentalizzare la sua morte, ma, purtroppo, si sbagliava.

Ivano Verra, il candidato sindaco a Torino di ItalExit, ha avuto la brillante idea di far parlare di sé tirando fuori delle teorie fantasiose sulla morte di personaggi famosi, come la Carrà e Carla Fracci, imputandole entrambe alla vaccinazione: "Abbiamo dei personaggi, anche dello spettacolo, che guarda caso sono morti a seguito di un vaccino e guarda caso non si sa di quale malattia. Raffaella Carrà e Carla Fracci dimostrano le conseguenze del vaccino", ha detto durante un presidio contro il Green Pass. Come tutti sanno, anche l'Etoile della Scala si è spenta per un tumore di cui soffriva da tempo. Naturalmente il candidato del capoluogo piemontese non porta nessuna prova scientifica per dimostrare questa sua bislacca teoria.

Non contento di questa bufala messa in giro, Verra ha detto "Conosco persone che stanno cercando dei malati di Covid per baciarli. Vorrebbero prendersi il virus così da non doversi vaccinare". Anche qui Ivano Verra a chi, sulla sua pagina facebook, gli chiede di fare nomi e cognomi di queste persone non risponde. Per non farsi mancare nulla, il candidato sostiene che le bare di Bergamo dei morti di Covid-19 erano vuote, come nella migliore tradizione delle teorie complottiste, non ci sono prove a sostegno delle sue parole. Magari tra poco dirà: "me lo ha detto mio cuggino", come ci hanno insegnato Elio e le Storie Tese.