Pelham 123 - Ostaggi in metropolitana: John Travolta rinunciò alla promozione del film a causa di un lutto

John Travolta rinunciò al tour promozionale di Pelham 123 - Ostaggi in metropolitana a causa di un grave lutto che colpì la sua famiglia.

NOTIZIA di 11/05/2021

John Travolta decise di non promuovere Pelham 123 - Ostaggi in metropolitana poiché la pellicola uscì nelle sale cinematografiche solo cinque mesi dopo la morte di suo figlio Jett. L'attore disse di essere troppo sconvolto per la morte del figlio e di non essere ancora pronto per tornare sotto i riflettori.

John Travolta in un'immagine del film Pelham 1-2-3: Un ostaggio al minuto
John Travolta in un'immagine del film Pelham 1-2-3: Un ostaggio al minuto

Travolta, all'epoca, rilasciò la seguente dichiarazione: "Tony, Denzel, Luis, John, James e Sony Pictures si sono fatti avanti senza esitazione per aiutare a promuovere questo meraviglioso film e i loro sforzi hanno concesso alla mia famiglia il tempo per superare la nostra perdita."

"Sono molto orgoglioso degli sforzi che abbiamo fatto nel realizzare questo film e voglio che tutti voi lo apprezziate. Segnate sul vostro calendario il fine settimana del 12 giugno e andate a vederlo. Vi prometto che non vi deluderà. Grazie a tutti dal profondo del cuore." Concluse l'attore.

John Travolta è Ryder nel film The Taking of Pelham One Two Three
John Travolta è Ryder nel film The Taking of Pelham One Two Three

Jett, che aveva avuto molti episodi convulsivi in passato, fu trovato privo di sensi in un bagno della sua famiglia presso il resort Old Bahama Bay sull'isola di Grand Bahama e fu dichiarato morto dopo essere stato portato in ambulanza al Rand Memorial Hospital di Freeport. John Travolta scrisse anche una dedica in onore di suo figlio che fu pubblicata sul suo sito web: "Jett era il figlio più meraviglioso che due genitori avrebbero mai potuto chiedere e ha illuminato la vita di tutti quelli che ha incontrato".