Paul McCartney: "Rimpiango di non aver detto a John Lennon che gli volevo bene"

Durante un'intervista recente relativa all'uscita del suo nuovo libro, Paul McCartney ha ammesso di rimpiangere profondamente di non aver mai detto a John Lennon gli voleva bene.

NOTIZIA di 07/11/2021

Paul McCartney, una vera e propria leggenda vivente della musica britannica, ha recentemente espresso il suo rammarico per non aver mai detto a John Lennon, suo ex compagno di band, che gli voleva bene: i due membri dei Beatles sono stati separati per sempre l'uno dall'altro quando il cantante di Imagine è stato assassinato all'età di 40 anni.

Durante un'intervista svoltasi presso la Royal Festival Hall del Southbank Centre per il suo nuovo libro, The Lyrics, McCartney ha detto di non aver mai detto a Lennon: "Ti voglio bene". La star ha spiegato: "Sai, eravamo dei ragazzini di Liverpool di 16 anni e 17 anni, non eravamo in grado di dirlo, semplicemente non lo abbiamo mai fatto."

"Non ci sono mai riuscito e ora, per me, è stupefacente rendermi conto di quanto bene voglio e volevo a quell'uomo", ha continuato Paul. "Ricordo solo quanto è stato bello lavorare con lui e quanto è stato grande. Non era uno scherzo, non stavi cantando e suonando con il Mario Rossi di turno, lo stavi facendo con John Lennon."

Paul McCartney ha concluso l'intervista parlando dell'intensa popolarità raggiunta dai Beatles, dicendo: "Eravamo in quattro contro il mondo. Ci infilavamo continuamente in situazioni molto strane e non avevamo che l'un l'altro per tentare di affrontarle al meglio".